Cronaca

Termini, calci e pugni ad un anziano: rapinatori incastrati dalle telecamere

I malviventi hanno atteso l'uomo davanti casa e hanno aspettato che aprisse la porta per fare irruzione all'interno dell'appartamento. La vittima ha subito ferite al volto, all'addome e ha perso due denti. Arrestati due pregiudicati, indagato un presunto complice

Anziano aggredito a Termini Imerese davanti al portone della propria abitazione, ma le immagini della video sorveglianza incastrano i responsabili. In manette sono finiti due pregiudicati, G.R. (25 anni) e E.V. (35 anni), con l'accusa di rapina aggravata e aggressione. I due, agendo con la complicità di un terzo uomo, hanno atteso il rientro nella propria abitazione dell'anziano per immobilizzarlo, picchiarlo e derubarlo. La vittima della rapina ha riportato una ferita al volto, un trauma contusivo al setto nasale, varie escoriazioni e la perdita di due denti. (GUARDA IL VIDEO DELL'AGGRESSIONE)

L'analisi delle immagini video catturate dalle telecamere della zona hanno permesso ai carabinieri di ricostruire i fatti. I due arrestati, accompagnati in auto da una quarta persona - spiegano le forze dell'ordine - avevano tentato il giorno prima dell'aggressione di forzare una persiana dell'abitazione dell'anziano per intrufolarsi e "ripulirla". Spaventati dall'arrivo di alcuni passanti, i malfattori hanno preferito lasciar perdere e rimandare il colpo all'indomani. La tentata rapina è stato frutto di appostamenti e pedinamenti: gli aggressori conoscevano le abitudini dell'anziano.

E allora via con un secondo tentativo. L'anziano stava rientrando dalla consueta passeggiata serale quando i due, a volto scoperto, lo hanno avvicinato ed aggredito alle spalle. Uno dei due lo ha immobilizzato tappandogli la bocca con le mani, mentre l'altro gli ha sferrato violenti calci e pugni al volto ed all'addome. L'anziano, che viveva da solo in casa, è riuscito ad urlare attirando l'attenzione dei vicini, provocando così la fuga dei criminali che non sono riusciti a portare via nulla.

L'anziano, sotto choc e ferito, è stato inizialmente soccorso dai vicini prima di essere trasportato all'ospedale San Cimino dove i medici hanno stabilito una prognosi di guarigione di 20 giorni. I carabinieri, effettuate le dovute investigazioni, si sono diretti verso le abitazioni dei colpevoli, riconoscendo gli indumenti utilizzati durante il colpo. Dopo l'arresto e le formalità di rito G.R. e E.V. sono stati condotti al carcere Cavallacci di Termini Imerese mentre N.I. è stato accompagnato in casa in attesa delle disposizioni dell'autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Termini, calci e pugni ad un anziano: rapinatori incastrati dalle telecamere

PalermoToday è in caricamento