menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Termini, venditori ambulanti senza licenza: sequestrati 70 chili di pesce

I controlli sono stati messi a segno dai poliziotti insieme ai finanzieri e gli agenti della polizia municipale: elevate multe per quasi 7 mila euro

Sette venditori ambulanti controllati, multe per quasi 7 mila euro e circa 70 chili di pesce sequestrato. E' il bilancio dei controlli messi a segno dai poliziotti appartenenti alla squadra amministrativa del commissariato di Termini Imerese insieme agli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Palermo, ai militari del gruppo della Finanza di Termini Imerese e del locale comando di polizia municipale. Obiettivo dei controlli: prevenire la diffusione del contagio Covid e contrastare il fenomeno della vendita abusiva di pesce e prodotti ittici.

Tre venditori ambulanti sono risultati totalmente abusivi. Il pesce che non è stato reputato idoneo al consumo umano dai medici veterinari dell’Asp, è stato posto sotto sequestro e contestualmente distrutto. "Inoltre - spiegano dalla questura - i controlli sono stati estesi anche ai mezzi utilizzati per l’attività abusiva e nella circostanza sono state elevate varie sanzioni al Codice della Strada in quanto alcuni dei veicoli sono risultati privi della prevista copertura assicurativa: scattato il sequestro amministrativo dei mezzi. Inoltre un uomo di nazionalità tunisina, risultato non in regola sul territorio nazionale, è stato accompagnato presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Palermo dove gli è stato intimato un ordine a lasciare l’Italia entro 7 giorni, oltre ad essere deferito alla competente autorità giudiziaria per la violazione del Testo Unico in materia di Immigrazione".

Effettuati anche numerosi posti di controllo per prevenire eventuali assembramenti. Le forze dell'ordine hanno sanzionato per occupazione di suolo pubblico un commerciante ambulante che occupava parte della carreggiata stradale in modo permanente, con un bancone adibito alla vendita di pesce, senza la prescritta autorizzazione. Sequestrati e distrutti 10 chili di pesce privo di tracciabilità. Per il venditore è scattata la multa di 1.500 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento