menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La terapia del dolore sbarca in Sicilia: “NienteMale Roadshow” fa tappa a Termini

L'iniziativa, patrocinata dal ministero della Salute, vuole sensibilizzare i cittadini sul diritto ad accedere alle cure. Solo 12 milioni gli italiani che convivono con il dolore, circa il 20% della popolazione

“NienteMale Roadshow” sbarca in Sicilia. Il percorso itinerante, patrocinato dal Ministero della Salute, ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul diritto ad accedere alla terapia del dolore, come stabilito dalla legge, il prossimo 5 maggio fa tappa a Termini Imerese. Le prime quattro tappe dell’iniziativa si sono svolte ad Ancona, Crotone, Brindisi ed Asti. Per i siciliani che volessero informarsi sull'argomento l'appuntamento è alle 18.30, nell’Ex Chiesa Maria SS della Misericordia. Il format scelto, il dibattito in teatro, intende favorire il dialogo tra esponenti del mondo scientifico, sociale e istituzionale. L’evento sarà moderato da Rosanna Lambertucci.

“La città di Termini Imerese è lieta di ospitare il NienteMale Roadshow sulla terapia del dolore - ha affermato Girolamo Di Fazio, commissario straordinario di Termini Imerese – . Eventi informativi del genere sostengono non solo chi è colpito dalla malattia ma anche i loro famigliari. Non è indispensabile convivere con il dolore, anzi è importante sapere che si può gestire e controllare”. 

Solo 12 milioni gli italiani che convivono con il dolore, circa il 20% della popolazione. La normativa “Disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore", oltre a definire il dolore come una vera e propria patologia pone le basi e individua gli strumenti e le figure professionali di riferimento per la terapia del dolore.

“Il tema della terapia del dolore è molto attuale e di particolare importanza per i cittadini. Ogni anno sono oltre 5 mila le visite e nel 2016 si è registrato un aumento del 10% ed il trend, sembra essere destinato a crescere - commenta Carmelo Militello, responsabile del reparto Terapia del Dolore presso la U.O. di Anestesia e Rianimazione presso l’Ospedale San Cimino –. I pazienti provengono da tutta la provincia. L’obiettivo è quello di implementare i servizi di assistenza che abbiano al centro i bisogni del malato e le loro famiglie.”

Nel corso dell’incontro verranno distribuiti questionari sull’autopercezione del dolore cronico e sulla conoscenza della Legge 38/2010. L’indagine, facoltativa, costituirà una fonte preziosa di dati da condividere con il Ministero della Salute alla conclusione del percorso di eventi, previsto a Roma il prossimo ottobre 2017. 

Si prevede la partecipazione tra gli altri di Davide Faraone, sottosegretario al ministero della Salute, Baldassare Gucciardi, assessore alla Salute della Regione Sicilia, Girolamo Di Fazio, commissario straordinario di Termini Imerese, Maria Carmela Sorci, vice presidente di Federfarma Palermo e Salvatore Amato, presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento