menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un frame del video della sparatoria di sabato scorso

Un frame del video della sparatoria di sabato scorso

Migrante ferito in via Fiume, corteo "Pro Ballarò": "Non abbandoniamo il quartiere"

Alla manifestazione, da piazza Bologni fino all'Albergheria, parteciperanno anche i sindacati delle sigle Cgil, Cisl e Uil. "La zona non può essere lasciata in mano alla microcriminalità. Occorre risposta forte contro la violenza"

Ci saranno anche Cgil, Cisl e Uil alla manifestazione "Pro Ballarò" organizzata sabato in segno di solidarietà a Yusupha, il ragazzo del Gambia rimasto ferito da un colpo di pistola sabato scorso in via Fiume. La manifestazione partirà da piazza Bologni diretta all'Albergheria. "Il quartiere di Ballarò non può essere lasciato in mano alla microcriminalità - dicono i segretari di Cgil Cisl Uil Palermo Enzo Campo, Daniela De Luca e Gianni Borrelli, assieme ai responsabili degli uffici migranti Bijou Nzirirane (Cgil), Nadine Abdia (Cisl) copresidente regionale Anolf, e Karen Basile (Uil) -. E' importante che tutti prendano coscienza che c'è un lavoro lungo da fare, che non si deve interrompere mai e che dobbiamo fare insieme".

Per i sindacati c'è "una intera società che chiede di non essere lasciata sola. Nella zona gravitano anche tre i pensionati universitari di San Saverio, Biscottari e Casa Professa, con centinaia di ragazzi fuori sede, che non possiamo abbandonare al loro destino. Assicuriamo tutti la nostra vicinanza per far sì che la nostra collaborazione, i nostri sforzi, i nostri progetti per dare una mano al quartiere siano di aiuto al lavoro svolto dalle forze dell'ordine. E' fondamentale - aggiungono Cgil, Cisl e Uil - costruire dal basso e in maniera collettiva una risposta forte e chiara, contro ogni forma di violenza portata avanti in certe zone come pratica quotidiana".

"Dobbiamo continuare a dire a gran voce che non c'è spazio per ideologie razziste e xenofobe nella nostra città, nei nostri quartieri, nelle nostre piazze e soprattutto nelle scuole" concludono i leader sindacali, che chiedono un incontro la prefetto di Palermo.

LA SPARATORIA IN DIRETTA/VIDEO

Anche il Consiglio della prima circoscrizione esprimendo la "propria solidarietà nei confronti dello studente gambiano Yusupha Susso, condanna il vile atto compiuto e si complimenta con la Questura di Palermo per aver assicurato alla giustizia il responsabile". Il Consiglio, prescindendo dai fatti di cronaca, ha sempre evidenziato l’esigenza di "una maggiore attenzione da parte delle autorità proposte sul fenomeno sicurezza". Tutti i consiglieri della circoscrizione, infine, sabato parteciperanno alla manifestazione di solidarietà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento