menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Cavour, sparano a ex carabiniere per rapinarlo: condanne ridotte in appello

I fatti risalgono al 6 ottobre 2014. A subire l'aggressione fu Mariano Ferro. Alessandro Bertolino, Antonio Randazzo e Anes Boukadida sono stati riconosciuti colpevoli di tentato omicidio e rapina, ma le pene sono state rimodulate

Ridotte le condanne in appello per Alessandro Bertolino, Antonio Randazzo e per il tunisino Anes Boukadida, i tre uomini ritenuti responsabili del tentato omicidio e della rapina ai danni dell'ex carabiniere Mariano Ferro. I fatti risalgono al 6 ottobre 2014. Ferro era appena uscito dalla sala scommesse "Cesar Luxury Palace“ e si trovava in via Cavour, quando venne aggredito.

Alessandro Bertolino deve scontare 10 anni (16 e 8 mesi in primo grado), Antonio Randazzo è stato condannato a 15 anni (18 anni e 8 mesi in primo grado), mentre Anes Boukadida ha avuto 6 anni e mezzo (10 anni e mezzo). Per la stessa vicenda è stato condannato in abbreviato (anche in appello) a dodici anni e otto mesi Alessandro La Targia.

A Mariano Ferro, costituito parte civile con l'assistenza degli avvocati Enrico Tignini e Dario Falsone, è stata riconosciuta una provvisionale immediatamente esecutiva di 50 mila euro. Il giudice civile dovrà quantificare il risarcimento del danno.

Quella sera Ferro stava vincendo circa settemila euro alle slot machines. "Dietro di me - ha spiegato in udienza - c'erano persone che guardavano, un po' a distanza. Ho continuato a vincere , poi ho perso tutto e me ne sono andato. Sono entrato in macchina e poco dopo è arrivato il rapinatore. Si è avvicinato, mi ha detto 'dammi il marsupio' e mi ha sparato". (GUARDA IL VIDEO)

Dalle indagini è emerso che il colpo era stato pianificato alla Champagneria. L'ex militare dell'Arma, che ora gestisce un negozio di articoli per la casa, era un personaggio conosciuto nella zona e in molti sapevano che era solito andare a giocare al Cesar Luxury e tenere molti contanti nel borsello. A causa delle ferite riportate, a Ferro sono stati tolti la milza, la colecisti e mezzo metro di intestino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento