menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il torrente esonda e minaccia le case Foto Mancuso/PalermoToday

Il torrente esonda e minaccia le case Foto Mancuso/PalermoToday

Maltempo, alluvione colpisce Trabia Più di cento persone senza casa

Quaranta famiglie ospitate nella palestra comunale. Il sindaco ha disposto la chiusura di una scuola e il blocco del traffico in alcune strade. Nella notte esondato un torrente: giovane vivo per miracolo. Allerta anche a Caccamo e Termini

Piove ormai da 24 ore a Trabia, dove nella notte appena trascorsa un tremendo nubifragio ha costretto 40 famiglie ad abbandonare le proprie abitazioni. Già da ieri sera nei pressi del campo sportivo comunale, fiumi di acqua e fango scendevano verso la zona più bassa del paese da via Piersanti Mattarella. Questa mattina, inoltre, è stata disposta dal sindaco la chiusura dell’istituto comprensivo Giovanni XXIII della cittadina a scopo precauzionale fino a venerdì a causa dell'allerta meteo, e il blocco al traffico di alcune strade colpite dall´alluvione. Si teme anche per il torrente Giardinello, che fiancheggia proprio via Piersanti Mattarella, costantemente monitorato dalla protezione civile.

Le 40 famiglie evacuate dal complesso della case popolari di via Pitré, in tutto circa 100 persone, sono state trasferite nel corso della notte presso la palestra comunale di Trabia, a causa di alcuni smottamenti provocati dalle abbondanti piogge. Altre invece sono state ospitate presso le abitazioni di parenti e amici. La conferma arriva da una nota del comune di Trabia: “E' stato dato incarico al locale gruppo di protezione civile di fornire cure e assistenza. Due squadre dei vigili del fuoco stanno monitorando la situazione e stanno procedendo a deviare il corso del fiume".

E nella campagne, come confermato da Renato Cicala, Responsabile dell'ufficio comunale della protezione civile, in Contrada Salina, le abbondanti piogge hanno fatto esondare un torrente che ha travolto un veicolo. Ieri sera alle 22.30 un giovane di 25 anne trabiese di ritorno alla propria abitazione, è stato letteralmente travolto da un fiume di fango e detriti alto 1 metro e mezzo, ed è stato trascinato per oltre 100 metri dalla furia della corrente. “Il torrente che fiancheggia la strada era ostruito e ha provocato un vero fiume di fango”, racconta il giovane, presente oggi sul posto per il recupero della sua auto, una Mazda 2. “Ho visto un muro d'acqua davanti a me appena fatta la curva e sono riuscito a scendere lentamente, forzando lo sportello, dapprima con le caviglie e poi con le gambe e le spalle, finché sono riuscito a salire sul tetto della mia auto, che ha galleggiato come una barca per 150 metri”. Il ragazzo ha riportato solo delle lievi escoriazioni alle gambe.

A coordinare le operazioni di recupero dell'auto, nelle campagne trabiesi, è stata la squadra dei Vigili del Fuoco MMT del distaccamento di Palermo, guidata dal caposquadra Pasquale Davì, insieme ai carabinieri di Trabia. Nel frattempo, a pochi metri dal luogo dell'incidente dal torrente che fiancheggia la strada comunale, è stata estratta un'altra carcassa di auto.

Il sindaco di Trabia Francesco Bondì, presente sin dall´inizio delle operazioni, è costantemente in contatto con Prefettura, Dipartimento Regionale della protezione civile e operatori sul campo per coordinare le operazioni. La protezione civile ieri aveva rilasciato un avviso per rischio idrogeologico segnalando la possibilità di forti perturbazioni nell'area del palermitano. 

Ad essere colpiti gravemente dal maltempo sono stati anche i due comuni vicini, Termini Imerese, dove si è verificato l'allagamento dei binari nei pressi di Fiumetorto, e Caccamo, dove si teme per la diga di Rosamarina che ha già raggiunto il livello di guardia (guarda il video), come ha reso noto la centrale operativa della protezione civile regionale. Inoltre, nell'area dell'agglomerato industriale, nei pressi dell'ex Fiat, due stabilimenti industriali sono stati costretti a sospendere l'attività per via degli allagamenti.

 



 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento