Vigili, arriva lo “Street control” per la lotta alle auto in doppia fila

Aggiudicata la gara per la fornitura e l'installazione di 4 dispositivi simili all'iPad che consentono di registrare e multare le vetture non posteggiate regolarmente. Il sistema sarà in grado di individuare anche veicoli rubati

Doppia fila a Palermo

Ancora poche settimane e per gli amanti del parcheggio in doppia fila sarà più difficile evitare la multa. Da fine ottobre, infatti, come scrive oggi il Giornale di Sicilia, su quattro auto della polizia municipale sarà installato lo “Street control”, un sistema che con l’ausilio di una telecamera consentirà ai vigili di filmare e fotografare le vetture in sosta selvaggia. Il dispositivo sarà in grado anche di salvare le targhe e di individuare pure eventuali auto rubate.

Il sistema che sarà sistemato sulle auto degli agenti si basa su un tablet, una sorta di iPad che registra migliaia di dati e informazioni. La gara d’appalto da 40 mila euro, che prevede l’installazione e la fornitura dei quattro mini computer, è già stata aggiudicata. “Si sta procedendo - spiega Luigi Galatioto, dirigente del servizio Affari generali della polizia municipale - alla verifica dei requisiti della ditta che ha vinto il bando, dopodiché se tutto andrà bene saranno fornite le telecamere. Il servizio partirà subito dopo un breve periodo di formazione degli agenti”. Lo “Street control” arriva a Palermo dopo che ha già avuto ottimi risultati a Milano, Bari e Bologna. Un deterrente che dovrebbe essere utile nel capoluogo siciliano, dove l’anno scorso sono state emesse 12.500 sanzioni da 40 euro per le macchine posteggiate in doppia fila.

Come funziona? Se l’agente nota un mezzo non parcheggiato regolarmente aziona la telecamera, il sistema memorizza il numero di targa ed elabora automaticamente la multa che viene spedita a casa di colui che ha commesso l’infrazione. Se viene rilevato un veicolo rubato, la tavoletta computerizzata emetterà un segnale sonoro. Insomma un sistema che dovrebbe ottimizzare il lavoro della polizia municipale, velocizzando i tempi di notifica delle contravvenzioni e consentendo di diminuire il numero di vigili in strada per questi servizi. Una boccata d’ossigeno per il comando di via Dogali spesso a corto di personale per “controllare” la città.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quella notte d'amore all'Ucciardone, Graviano: "Ho fatto un figlio ed ero al 41 bis"

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

Torna su
PalermoToday è in caricamento