menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli attivisti in assemblea al Montevergini

Gli attivisti in assemblea al Montevergini

Montevergini occupato, gli attivisti all'assessore: "Nessun atto di forza"

Venerdì Cusumano ha usato parole forti contro gli occupanti accusati di causare il blocco di tutte le attività in corso nello stabile, ma gli attivisti rispondono: "Le porte del teatro sono rimaste aperte"

A meno di ventiquattr'ore dalle durissime dichiarazioni fatte dall'assessore alla Cultura Cusumano, in merito all'occupazione del teatro Montevergini, arriva la replica degli attivisti: "Nessun atto di forza, le porte dello spazio sono rimaste aperte per tutta la giornata". 

Ieri l'assessore aveva usato parole molto forti per commentare l'occupazione: "Fatto gravissimo. Gli occupanti ne risponderanno in ogni sede, non verrà tollerata alcuna prepotenza", ha dichiarato Cusumano. Il Montevergini ospita la scuola del Teatro Biondo, diretta da Emma Dante e gli attivisti occupandola, a detta dell'assessore, avrebbero determinato il blocco di tutte le attività in corso. Ma, chiariscono gli occupanti, durante la mattinata di ieri abbiamo spiegato ai vertici del Teatro Biondo che la nostra intenzione non è ostacolare le attività dello Stabile e della scuola di Emma Dante. Per altro lo spazio occupato non comprende l'ex Chiesa del Montevergini, adibita a sala teatrale.

"Vogliamo solo aprire un processo di gestione delle proprietà pubbliche come beni comuni con l'obiettivo di utilizzare lo spazio al pieno delle sue potenzialità artistiche e sociali, in una prospettiva d'incontro e contaminazione reciproca", concludono gli attivisti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento