rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Al Teatro Massimo presentato il progetto "Giardini condivisi"

Verrà realizzato in via Paganini 4/6, entro giugno, il primo giardino sensoriale di Palermo che sarà anche un grande palcoscenico all'aperto

Un luogo in cui il tatto incontrerà il suono, in cui l'arte prenderà vita grazie a giovani talenti che conosceranno la sensibilità, la passione e la bellezza che si nascondono dietro uno spartito, una sceneggiatura, una favola. Verrà realizzato in via Paganini 4/6, entro giugno, il primo giardino sensoriale di Palermo che sarà anche un grande palcoscenico all'aperto. E' lo scopo del progetto Giardini Condivisi, presentato questa mattina alla sala Onu del Teatro Massimo. Un piano che oltre ad avvicinare i ragazzi alla natura, mira anche a far conoscere loro l'arte a 360 gradi. Come? Creando la compagnia, TeaTroTascabile, composta da giovani talenti selezionati con un bando pubblico. Il modulo di partecipazione è già scaricabile dalla pagina Facebook "Giardini Condivisi".

Per partecipare alle selezioni basta inviare la domanda di iscrizione all'indirizzo di posta elettronica infogiardinicondivisi@gmail.com. Il progetto Giardini Condivisi è realizzato in ATS dall'associazione musicale C.E.Ri.S.M. (Centro Europeo Ricerca e Sperimentazione Musicale) e l'associazione culturale PyKa Onlus. A cofinanziarlo con i fondi PAC a valere sulla misura "Giovani per il sociale", è stata la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Partiranno il 10 aprile dei laboratori d'arte seguiti da docenti altamente qualificati, che potranno essere frequentati da aspiranti musicisti, cantanti, ballerini, attori, scenografi, costumisti, tecnici audio/suono e make up artist, dai 16 ai 30 anni. L'ensemble orchestrale sarà curata da Marcello Biondollillo, Girolamo Lampasona, Giovanni Mattaliano e Giovanni D'Emma.

Il corso di coreografia sarà portato avanti da Giuseppe Rosignano. Il laboratorio di canto sarà curato da Flora Faja. Mattia Pirandello invece, si occuperà del corso di scenografia, la scrittura creativa e la recitazione saranno curate da Santi Cicardo. Il make up di scena verrà spiegato ai ragazzi da Alessandro Botoucharov, i costumi invece, saranno materia del corso curato da Roberta Barraja. "I ragazzi che faranno parte della compagnia dopo aver seguito dei laboratori gratuiti, dovranno mettere in scena una stagione teatrale che prevede tre favole in musica (il tenace soldatino di stagno, il brutto anatroccolo e la regina delle nevi) e due riduzioni di opera buffa (Il barbiere di Siviglia e il flauto magico)" spiega Maria Natoli, presidente dell'associazione Cerism. Ma qual è l'innovazione di TeaTroTascabile? "Le favole di Andersen, opportunamente rimaneggiate, consentiranno di affrontare tre tematiche molto attuali: la diversità come ricchezza sociale, gli effetti sul clima dovuti allo scioglimento dei ghiacciai e l'inclusione sociale. Le opere di Mozart e Rossini offriranno spunto di riflessione per comprendere come, pur mantenendo inalterata la struttura armonica, le linee melodiche possono essere interpretate in chiave pop, linguaggio musicale più vicino e apprezzato dagli under 20", continua Maria Natoli.

Le musiche inedite delle favole e gli arrangiamenti delle opere, sono frutto della sapiente mano del maestro Marcello Biondolillo, apprezzato pianista, compositore e direttore d'orchestra. Il progetto Giardini Condivisi, però, è molto di più. Le attività previste dal piano infatti, permetteranno di realizzare il primo giardino sensoriale di Palermo, pensato per gli ampi spazi esterni che circondano la sede della compagnia TeaTroTascabile in via Paganini 4/6. Il giardino, ideato dall'urbanista, Lisa Biondo, dall'artista e scenografo, Mattia Pirandello, e dallo studio di progettazione architettonica Degma, sarà luogo ricreativo, educativo, terapeutico e sperimentale, dove la plasticità dello spazio e della natura e la fluidità dell'arte e del suono si fonderanno, ricreando un palcoscenico che ha l'obiettivo di risvegliare i sensi e stimolare sensazioni sinestetiche. Un giardino accessibile a tutti (giovani, anziani, disabili psico-fisici e motori). "Il giardino è concepito come la diretta espansione concettuale della compagnia TeaTroTascabile e vuole essere un innovativo luogo di studio, di formazione, di sperimentazione e diffusione di conoscenze e competenze, rivolto ai giovani talenti ma anche alla collettività" afferma Dario Monti presidente della PyKa Onlus.

Un giardino che ospita degli elementi vegetali replicati artificialmente, volti a educare i fruitori alla diversità, alla conoscenza di sé e dei propri sensi e all'arte in tutte le sue forme. Un giardino che oltre a offrire attività terapeutiche (come ad esempio arte-terapia, cromo-terapia, giardinaggio, ecc.), si propone come luogo di relax, lettura e meditazione. "Nel giardino, i visitatori avranno il ruolo di animatori delle "macchine sceniche" e delle loro componenti (foglie, fiori, rami, radici, pistilli, ecc.), iniettandone così lo "spirito" mediante l'interazione tattile. Le differenti macchine sceniche, le quali narreranno le tappe evolutive delle piante, sono anch'esse da considerarsi come un organismo unico, in cui ogni parte che le compone è in relazione con le altre e con il tutto" spiega Lisa Biondo. Oltre alle visite, nel giardino si svolgeranno laboratori esperienziali e sensoriali. L'area verde sarà totalmente accessibile ai non vedenti che potranno muoversi in autonomia. Un percorso appositamente progettato consentirà inoltre, la visita e la fruizione dell'intero giardino ai disabili in carrozzella.

"Ringrazio il consigliere della prima circoscrizione e sensibile musicista Giovanni Apprendi, che in qualità di presidente della commissione cultura, ha fortemente creduto nelle potenzialità del progetto e sta collaborando attivamente per dare visibilità a questa start up", afferma Maria Natoli. "Aiuteremo i giovani protagonisti del progetto in questo progetto. Ci fa piacere che il teatro Massimo venga riconosciuto come punto di riferimento dal mondo dell'associazionismo" spiega il sovrintendente del teatro Massimo, Francesco Giambrone. "Questo progetto è un'occasione di promozione dei giovani che poi sono i destinatari dell'iniziativa. Quando la compagnia sarà solida, troveremo uno spazio scenico in cui tenere gli spettacoli. Si tratta di un progetto che è interazione sociale a servizio dell'attività artistica" dichiara il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. L'avvio degli interventi per la realizzazione del giardino sensoriale e la nascita della compagnia TeaTroTascabile saranno inaugurati sabato 25 marzo alle 18 con un concerto del duo composto dal clarinettista Giovanni Mattaliano e il pianista Marcello Biondolillo affiancati dal contrabbassista Massimo Patti e il violoncellista Paolo Pellegrino. Lo spettacolo si svolgerà all'interno dell'associazione culturale Pykart, che si trova in via Niccolò Paganini 4/6. Per info e prenotazioni telefonare allo 0916820762 o scrivere a cerism@virgilio.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Teatro Massimo presentato il progetto "Giardini condivisi"

PalermoToday è in caricamento