menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tari congelata per il 2020: Giunta conferma l’intenzione del Consiglio comunale

In pratica saranno applicate le stesse tariffe del 2019 e, solo a dicembre, si faranno i conti, sperando che lo Stato intervenga a favore dei comuni tappando i buchi nei bilanci. “Solo a quel punto – dicono gli assessori D’Agostino e Marino – sarà chiaro se un aumento sarà ‘spalmato’ su tre anni"

Tari congelata per il 2020: la Giunta conferma l’intenzione del Consiglio comunale. La ragioneria generale ha inviato ai Revisori dei Conti del Comune la proposta di delibera del Consiglio. L'idea è quella di mantenere pertanto le stesse tariffe del 2019, con una clausola che fa espresso riferimento alla situazione determinata dall'emergenza Covid e alla recente normativa regionale che ha aperto la possibilità a riduzioni ed esenzioni da compensare con fondi regionali,"nonché, in stretta connessione con gli effetti prodotti dall’emergenza epidemiologica, ogni altro intervento nazionale o regionale".

"Vi sono al momento - spiegano gli assessori Marino e D'Agostino - una serie di elementi che determinano incertezza sui costi complessivi del servizio in città nel 2020, a partire dagli extra-costi sostenuti dall'azienda per il conferimento fuori provincia e per finire appunto all'entità delle esenzioni e riduzioni che dovranno essere applicate sulla base dei provvedimenti dell'Arera e dei Governi nazionale e regionale. Proprio per questo, solo in un secondo momento entro la fine dell'anno sarà possibile valutare con precisione i costi complessivi che potrebbero essere maggiori dello scorso anno o uguali. Solo a quel punto sarà chiaro se un aumento sarà necessario e, in tal caso, la proposta della Giunta è che sia "spalmato" su tre anni, durante i quali potrebbero però essere a sua volta compensato dall'auspicabile realizzazione della settima vasca e dall'avvio di altri impianti che ridurrebbero i costi complessivi".

Per il Sindaco, "la Giunta si è impegnata con il sostegno convinto della maggioranza del Consiglio comunale a trovare la giusta formula per garantire la Rap ed allo stesso tempo impedire un aumento dell'imposta nel 2020 che sarebbe risultata oltremodo ingiusta in un momento di grave crisi economica in corso. E' ovvio che perché i costi siano contenuti nei prossimi anni è indispensabile che quanto prima sia realizzata la settima vasca di Bellolampo così come tutti gli impianti proposti dal Comune (ad esempio il potenziamento di quello Rap per il compostaggio e di quello Amap per il trattamento del percolato) e, soprattutto, che continui a crescere la raccolta differenziata".

Tabella esemplificativa del costo Tari per le utenze domestiche per un appartamento di 100 metri quadri

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento