Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Il Tar sospende la chiusura del punto nascita a Cefalù

Il reparto erano stati "tagliati" nel provvedimento pubblicato il 5 gennaio scorso, lo stesso cancella 23 punti nascita in tutta la Sicilia perché al di sotto dei 500 parti all'anno. La vicenda sarà ridiscussa nel 2013

L'ospedale di Cefalù

Il punto nascita di Cefalù resterà attivo. Il Tar infatti ne ha bocciato la chiusura dall'assessorato regionale alla Salute. I reparti erano stati "tagliati" nel provvedimento pubblicato il 5 gennaio scorso, lo stesso cancella 23 punti nascita in tutta la Sicilia perché al di sotto dei 500 parti all'anno. Il provvedimento aveva scatenato una levata di scudi da parte di pazienti e cittadini, dalle Madonie (dove i sindaci hanno occupato l'ospedale di Petralia Sottana) alle isole minori. Ora la decisione dei giudici amministrativi di accogliere il ricorso presentato da alcuni sindaci riapre la partita.

Particolarmente agguerriti i primi cittadini del distretto sanitario 33 (Cefalù Pollina, Lascari, Gratteri, Campofelice di Roccella, San Mauro Castelverde, Collesano, Isnello e Castelbuono) che un mese fa hanno dato mandato agli avvocati Pasquale Di Paola e Agostino Terregino di impugnare il decreto che chiude il punto nascita del san Raffaele di Cefalù a favore di quello di Termini Imerese. Oggi i giudici amministrativi hanno accolto il ricorso e disposto la sospensiva, in attesa di ridiscutere nel merito la vicenda a giugno del prossimo anno.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Tar sospende la chiusura del punto nascita a Cefalù

PalermoToday è in caricamento