Cronaca

Scuola, i tagli al personale Ata: secondo il Tar “non sono legittimi”

Il Tribunale amministrativo regionale ha accolto il ricorso presentato dal collaboratori scolastici dichiarando l'illegittimità della riduzione dell'organico

Una manifestazione di protesta del personale Ata

Il Provveditorato dovrà rivedere le proprie posizioni sui posti assegnati al personale Ata. Il Tar ha accolto in sede cautelare il ricorso presentato dal collaboratori scolastici e personale amministrativo della provincia dichiarando l’illegittimità della riduzione dell’organico per violazione dei parametri di calcolo, predeterminati in modo uniforme sul territorio nazionale in base a precise tabelle.

Più precisamente, il Tar ha disposto il riesame della riduzione dei posti disponibili, imponendo al Provveditorato di attenersi al D.p.r. 119 del 2009, in modo da garantire, tra l’altro, applicazione uniforme sull’intero territorio del ridimensionamento, che, invece, in questo momento grava eccessivamente sulle graduatorie delle province siciliane. Ad inizio d’anno scolastico, infatti sono stati assegnai al personale Ata 710 posti, di cui 612 per i collaboratori scolastici con gravi disagi per le scuole. 

Si tratta di un primo successo per questa grande fetta dei precari della scuola. “In altre parole, anche il Tar, nei fatti, - ha dichiarato Nadia Spallitta consigliere comunale del gruppo "Un'altra storia" - riconosce il titolo e il diritto al lavoro del personale Ata, inserito nelle graduatorie provinciali permanenti da più di 36 mesi. Sono soddisfatta – continua - perché è la prima volta che si ottiene una pronuncia così netta, in relazione ai tagli all’organico, e mi auguro che ci sia uno spirito di collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale, che si consenta a tanti lavoratori di riprendere l’attività lavorativa interrotta a causa dell’ingiusto ridimensionamento, e che si garantisca così anche la funzionalità della scuola”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, i tagli al personale Ata: secondo il Tar “non sono legittimi”

PalermoToday è in caricamento