Cronaca

Giro di tangenti al Civico: condannati medici e imprenditori

Pena più severa per Mario Re, ex primario del reparto di Rianimazione che è stato condannato a 7 anni e 2 mesi. L'inchiesta avrebbe avuto al proprio centro il cardiochirurgo pediatrico Carlo Marcelletti, ribattezzato il "re dei trapianti"

Condanne pesanti. Pesantissime. Si è chiuso col botto, davanti alla seconda sezione del tribunale, il processo per il presunto giro di tangenti al Civico. Imprenditori e medici sono stati condannati complessivamente a 30 anni di carcere. Nel dettaglio Mario Re, ex primario del reparto di rianimazione del Civico, è stato condannato a 7 anni e 2 mesi. Giustino Strano, ex dirigente del servizio di medicina iperbarica dello stesso ospedale, dovrà scontare invece 6 anni e 4 mesi di reclusione. Il processo è stato istruito dai pm Amelia Luise e Caterina Malagoli.

L'inchiesta avrebbe avuto al proprio centro il cardiochirurgo pediatrico Carlo Marcelletti, ribattezzato il "re dei trapianti", reo confesso e morto suicida nel 2009 poco prima dell'avvio del processo. L'indagine svelò una serie di irregolarità nella gestione degli appalti al Civico e di truffe e peculati ai danni dell'azienda ospedaliera.

Queste le altre pene: 5 anni e 9 mesi la pena inflitta all'imprenditrice Anna Leonardi e 5 anni al cardiologo Adriano Cipriani. A quattro 4 anni e 3 mesi è stato condannato Salvatore Colletto, tecnico dell'ospedale. Sei anni e 3 mesi la pena inflitta a Maria Rosa Caci, infermiera nel reparto di Rianimazione del Civico. Gli imputati erano accusati, a vario titolo, di turbativa d'asta, peculato, truffa, falso e corruzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro di tangenti al Civico: condannati medici e imprenditori

PalermoToday è in caricamento