"I tamponi dei dipendenti sono tutti negativi", la gelateria Carbognano riapre i battenti

L'annuncio "con il cuore colmo di gioia" sulla pagina Facebook dell'attività. La decisione di chiudere era stata presa in via precauzionale perché uno dei magazzinieri era entrato in contatto con alcuni parenti rientrati dalla Spagna e risultati positivi

La gelateria Il signor di Carbognano di via Notarbartolo

Tutti negativi i risultati dei tamponi fatti tra il personale de Il signore di Carbognano. Riaprono i battenti le gelaterie di via Notarbartolo e via Ruggero Settimo chiuse a scopo precauzionale da venerdì scorso. Uno dei magazzinieri infatti era entrato in contatto con alcuni parenti rientrati dalla Spagna e risultati positivi al Coronavirus e così il titolare dell’attività aveva deciso di sottoporre ad accertamenti i suoi dipendenti.

"Con il cuore colmo di gioia - si legge sulla pagina Facebook della gelateria - finalmente possiamo comunicarvi che, in seguito agli esami effettuati dall’Asp, tutto il nostro staff è risultato negativo al tampone Covid-19 e già da domani saremo pronti ad accogliervi nei nostri locali, già sanificati in rispetto di tutte le normative vigenti".

L’episodio, spiegano ancora sui social, si è trasformato in uno spunto di riflessione dal quale trarre anche un insegnamento. "Con cadenza periodica - scrivono - noi e i nostri collaboratori ci sottoporremo al test. Una scelta dettata dalla volontà di garantire un ambiente sano e costantemente sotto controllo e che ci auguriamo sia da monito per molte altre aziende al fine di tutelare la salute dei nostri concittadini e del bene collettivo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine i ringraziamenti ad amici e clienti "per la solidarietà dimostrata in questa difficile situazione, confermando quanto affetto ci sia in questa città che noi amiamo molto. Vi abbracciamo tutti, anche se a distanza, perché noi - scrivono - i vostri abbracci li abbiamo sentiti forti e calorosi. Finalmente possiamo riaccogliervi certi che la parola sicurezza è la prima del nostro elenco e che sotto ogni mascherina c’è un sorriso per ognuno di voi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia ci sono altri 77 casi: positiva un'infermiera all'Ingrassia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento