"Tacus, liberi tutti: idee, progetti, programmi", incontro inaugurale al Tmo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Tacus, liberi tutti: idee, progetti, programmi" è il tema dell'incontro inaugurale dell'associazione di promozione sociale Tacus - Arte Integrazione Cultura. L'incontro si terrà domenica 26 ottobre 2014, alle ore 18, in via Anwar Sadat, nei locali del Teatro Mediterraneo Occupato (ex Fiera del Mediterraneo, Padiglione 1 - ingresso Nord), realtà culturale nuova e autogestita dai ragazzi del collettivo, durante il quale verranno illustrate le finalità di promozione sociale della neonata associazione, che si possono conoscere in anteprima sul sito www.tacus.it e sulla pagina facebook "TACUS - Arte Integrazione Cultura".

Tacus è un'associazione senza scopo di lucro nata nel febbraio 2014 con lo scopo di favorire l'inclusione sociale di persone diversamente abili attraverso la tutela e la promozione del diritto alle pari opportunità, partecipando attivamente ai bisogni sociali attraverso iniziative di carattere socio-educativo che fronteggino la discriminazione sociale, impegnandosi attivamente nell'abbattimento delle barriere architettoniche e socio- culturali presenti nel territorio e scommettendo su un turismo responsabile e di qualità, attraverso la creazione di attività ricreative, itinerari, corsi e laboratori volti all'inclusione di soggetti con esigenze speciali. Inclusione sociale, integrazione e dialogo sono solo alcuni dei valori che stanno alla base di un progetto di riforma comunicativa integrata, di tutela e promozione delle pari opportunità, per la costruzione di un futuro all'insegna dell'accessibilità e della sostenibilità.

"Uno degli articoli fondamentali della Costituzione recita che tutti i cittadini hanno uguale dignità e sono uguali davanti alla legge senza distinzione alcuna. Stessi diritti ma bisogni più complessi a cui spesso, però, la realtà in cui viviamo non risponde - spiega il presidente Flavia Corso - Il tema della disabilità, in un territorio come Palermo, è ancora complesso e problematico e molteplici sono le difficoltà da superare. Il nostro obiettivo è quello di cambiare lo stato attuale delle cose, mettendo in atto un'inversione di rotta e trasformando la realtà "negativa" dell'handicap in un'esperienza di maturazione personale e risorsa aggiunta. Ci anima il desiderio di promuovere attività culturali, artistiche, musicali, educative, sportive e turistiche che facciano sentire i soggetti disabili parte integrante della comunità, in ogni forma e con i mezzi in nostro possesso. Il punto di forza della nostra associazione - continua - è la grande passione che muove e unisce i soci che si impegnano a fondo nella realizzazione del sogno di un territorio accessibile a tutti, che intendono promuovere in tutti i modi possibili".

La serata di domenica vuole essere il trampolino di lancio di un progetto giovane e dinamico, di sensibilizzazione e partecipazione attiva. TACUS intratterrà i partecipanti con uno Spritz Meet, un aperitivo di benvenuto, preceduto dal discorso di apertura sugli scopi e le attività dell'associazione e la proiezione di un cortometraggio. Al termine della presentazione verrà distribuito il programma annuale delle attività associative e sarà possibile procedere al tesseramento. A seguire un reading a cura del collettivo di Abattoir.it e musica live. L'evento sarà accessibile e ad ingresso gratuito. È possibile dare conferma di partecipazione scrivendo all'indirizzo mail info@tacus.it.

Torna su
PalermoToday è in caricamento