Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Tommaso Natale / Via Sferracavallo

Sventata una rapina a Sferracavallo Arrestato consigliere di circoscrizione

Si tratta di Giovanni Celesia, eletto alla sesta circoscrizione, da poco approdato a Grande Sud. La polizia lo ha bloccato insieme a due complici. All'interno dell'auto, risultata poi rubata, avevano un revolver con cinque cartucce

C'è anche un consigliere di circoscrizione del Gruppo Misto (da poco passato a Grande Sud), Giovanni Celesia, tra le tre persone arrestate ieri sera dalla polizia per avere tentato di svaligiare una gioielleria a Sferracavallo. Insieme a lui sono state fermate altre due persone. In manette sono finiti R. P., 35 anni, G.M., 40 anni e proprio Giovanni Celesia, 43 anni. Con l’arresto dei tre, la polizia ha fermato un colpo le cui conseguenze avrebbero potuto andare ben oltre il danno economico per i proprietari della gioielleria presa di mira, dato che i complici erano già pronti ad entrare in azione con tanto di revolver caricato con cinque cartucce.

Intorno alle 19:30, una pattuglia ha notato in via Sferracavallo un uomo con il volto parzialmente travisato da scaldacollo, indugiare sul marciapiede e fissare con insistenza la vetrina di un laboratorio orafo. I poliziotti hanno deciso di rimanere in zona e hanno contattato telefonicamente il proprietario del laboratorio, invitandolo ad affrettare la chiusura dell’esercizio.

L’anticipata chiusura dell’esercizio, notata anche dall’uomo con lo scaldacollo, ha evidentemente scompaginato i piani dei malviventi che, in tutta fretta, hanno deciso di anticipare, a loro volta, il blitz. Hanno calzato passamontagna e guanti in lattice, così è stato chiaro ai poliziotti come fosse imminente un tentativo di rapina. Gli agenti, coadiuvati da colleghi giunti in loro ausilio a Sferracavallo, hanno così intimato l’alt ai tre e, dopo una breve colluttazione, sono riusciti a bloccarli ed immobilizzarli. Solo Giovanni Celesia, l’uomo che aveva svolto il ruolo di “palo” della banda, - secondo quanto riferito dalla polizia - è inizialmente riuscito a fuggire ma è stato raggiunto dopo pochi metri e immobilizzato come i due complici.

Sotto la vettura utilizzata dai complici e risultata rubata a Palermo lo scorso settembre i poliziotti hanno rinvenuto un revolver  calibro 38 già caricato con cinque cartucce e con la matricola palesemente abrasa. Indagini sono in corso per risalire alla provenienza dell’arma. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sventata una rapina a Sferracavallo Arrestato consigliere di circoscrizione

PalermoToday è in caricamento