menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Supermercati Fortè in amministrazione giudiziaria, Fisascat Cisl: "Tuteliamo i lavoratori"

Ammessa all'amministrazione straordinaria per i grandi gruppi industriali in crisi la Meridi, azienda dell'ex patron del Calcio Catania Antonino Pulvirenti che controlla 90 punti vendita dei supermercati Forte in Sicilia con oltre 500 dipendenti

Il tribunale di Catania ha ammesso all'amministrazione straordinaria per i grandi gruppi industriali in crisi la Meridi, azienda dell'ex patron del Calcio Catania Antonino Pulvirenti che controlla 90 punti vendita dei supermercati Forte in Sicilia con oltre 500 dipendenti. I giudici nel provvedimento hanno nominato anche tre commissari. La Procura si era opposta, e i legali dei creditori si erano associati, alla richiesta avanzata dalla società. 

"Ai commissari straordinari auguriamo buon lavoro - dice Mimma Calabrò, segretario generale Fisascat Cisl Sicilia - A loro la nostra disponibilità a lavorare insieme, ognuno per proprie competenze, a tutela dei lavoratori. Siamo certi che, una volta insediatisi, gli amministratori avvranno tra le priorità la delicatissima situazione in cui versano gli oltre 500 lavoratori del gruppo stremati dalla situazione economica in cui versano e preoccupati per quello che sarà del loro futuro occupazionale".

"Ci auguriamo - aggiunge Marianna Flauto, segretario generale della Uiltucs Sicilia - che al più presto possibile vengano nominati i commissari straordinari di Meridi per riaprire il tavolo di trattative che era stato sospeso con Apulia, e che l'amministrazione straordinaria possa risolvere i problemi di pagamento degli stipendi, perché è impensabile pensare di andare a lavorare senza percepire il sacrosanto stipendio. I lavoratori sono in una condizione di estremo disagio, questa situazione non può durare a lungo. Ci auguriamo che il tribunale nomini i commissari in tempi brevissimi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento