menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Capitan America, Nemo ed Elsa tra i banchi di scuola: quaderni e sorrisi per i "piccoli eroi" di Cruillas

Stupore e leggerezza per una mattinata da favola per gli allievi del plesso Mendelssohn. Portatori sani di attimi di gioia i volontari di "Regalami un sorriso Palermo". A ricevere caramelle e kit didattici anche i figli di Piera Napoli

Qual è il superpotere più grande? Quello di far sorridere un bambino. Se i bambini, poi, sono tanti e vivono in un quartiere difficile, in un periodo di pandemia che ha cambiato le vite di tutti, allora è davvero una missione da supereroe, il più forte del nuovo Continente. È così che Capitan America con il suo scudo leggendario, in compagnia del dolce Nemo, di Rapunzel, Minnie, Elsa la principessa di ghiaccio e di un insolito dinosauro, ieri ha rallegrato la giornata degli alunni e delle alunne del plesso Mendelssohn, donando ad alcuni studenti sorteggiati kit didattici, caramelle e allegria. Tra loro anche i figli di Piera Napoli, la cantante neomelodica strappata alla vita con violenza. 

Stupore e leggerezza per una mattinata da favola per i piccoli dell'istituto comprensivo Cruillas, impegnati come tutti nella lotta quotidiana a quel nemico invisibile che lascia ormai poco spazio alla spensieratezza. Portatori sani di questi attimi di serenità i giovani volontari dell'associazione "Regalami un sorriso Palermo", che spesso lasciano i loro panni da studenti e professionisti per trasformarsi in supereroi per donare semplicità e gioia ai piccoli pazienti dei reparti di pediatria dell'ospedale Cervello, di Villa Sofia e dell'Ismett, che spesso vivono lunghe e pesanti esperienze di ospedalizzazione.

Sorrisi ma anche album da disegno, matite, gomme, colori e quaderni, per aiutare gli alunni e la famiglie colpite dalle difficoltà economiche, altro subdolo sintomo del virus. E palloni, per dare un calcio alla tristezza. "Un momento di sana e generosa leggerezza - dice il dirigente scolastico, Maria Rosa Caldarella - quanto mai importante in questo momento così difficile e impegnativo per i nostri 'piccoli eroi' di ogni giorno". 

Apprezzamento anche nelle parole del consigliere comunale Massimo Giaconia, fortemente impegnato nel quartiere. "Esprimo tutta la mia gratitudine e sono certo di poterlo fare anche a nome dei genitori - commenta - all'organizzazione di volontariato Regalami un Sorriso, al dirigente e agli insegnanti dell’istituto, per avere organizzato questa bella iniziativa, a un anno dall'inizio della pandemia. È stato veramente unico poter vedere le loro facce sbalordite e incredule mentre i volontari travestiti da super roi sbucavano dalle finestre delle aule, riuscendo con la loro contagiosa allegria a infondere un clima di spensieratezza, dopo un anno irrigidito da regole e preoccupazioni". 

"Sono convinto - conclude Giaconia - che questo è il modo migliore per ricondurre i nostri bambini e bambine, ragazzi e ragazze verso la tanto desiderata normalità". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento