Cronaca Via Vittorio Bachelet

Pagliarelli, detenuto si suicida in cella: aveva iniziato a collaborare

Gli agenti del penitenziario hanno trovato Ciro Carrello ormai privo di vita. Il ventiseienne era originario di Napoli ma viveva a Bagheria. Era stato arrestato nell'ambito dell'operazione antimafia "Eden 2"

foto archivio

E' giallo sul suicidio di un detenuto del carcere Pagliarelli di Palermo. Gli agenti del penitenziario hanno trovato Ciro Carrello nella sua cella ormai privo di vita. Il ventiseienne si sarebbe impiccato con le lenzuola.

Carrello era finito in carcere nell'ambito dell'"operazione Eden 2", che aveva fatto luce sui legami tra il boss latitante Matteo Messina Denaro e gli esponenti del mandamento mafioso palermitano di Brancaccio. Nelle ultime settimane aveva però iniziato a collaborare con i magistrati rivelando i nomi dei componenti di una sorta di gruppo di fuoco usato da Cosa nostra per mettere a segno le rapine.

La morte di Carrello, nato a Napoli ma residente a Bagheria da anni, ha contorni poco chiari. L'uomo avrebbe anche lasciato un bigliettino, del quale però non è stato reso noto il contenuto. I magistrati vogliono capire se si sia trattato di un suicidio o se qualcuno abbia voluto eliminare un collaboratore di giustizia. Aperta un'inchiesta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagliarelli, detenuto si suicida in cella: aveva iniziato a collaborare

PalermoToday è in caricamento