menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fondali puliti: giovani sub (volontari) raccolgono un mare di rifiuti a Magaggiari

Con le loro mute, le bombole di ossigeno e le maschere, si sono immersi nelle acque di Cinisi per partecipare alla giornata "Mare sporco…perché?". "Replica" a Capo Gallo

Sabato mattina si sono alzati presto per dare il loro contributo, una mano per la salvaguardia dell’ambiente. Con le loro mute, le bombole di ossigeno e le maschere, si sono immersi nelle acque di Magaggiari (Cinisi) per partecipare alla giornata “Mare sporco…perché?”. E hanno raccolto tutti i rifiuti che hanno trovato sui fondali. Lunedì 1 agosto, invece, parteciperanno anche loro alla passeggiata ecologica alla riserva naturale orientata di Capo Gallo, evento in cui i cittadini sono invitati ad unirsi per proteggere il bene comune.

"Perché i ragazzi di YouDiveClub Capo Gallo - spiegano gli organizzatori dell'iniziativa - non si occupano solo di attività subacquea: si impegnano, ogni giorno, per la tutela del loro territorio, per sensibilizzare cittadini e turisti, per dare il loro contributo da volontari". La giornata di sabato è stata organizzata da Francesco Tocco, ambientalista per passione e che da anni utilizza il suo kayak per recuperare rifiuti che galleggiano sulle acque del suo paese o che trova sui fondali, durante le immersioni. La raccolta di rifiuti di sabato ha diviso i volontari in tre gruppi: chi raccoglieva rifiuti in apnea, chi con attività di snorkeling e chi, appunto, con le immersioni. Per questo motivo i ragazzi di YouDiveClub Capo Gallo non hanno fatto registrare la loro assenza. Un contributo volontario all’iniziativa, quindi, un supporto a chi come loro, da tempo, organizza e partecipa a giornate di pulizia proprio in un momento in cui la Sicilia è nella sua forte emergenza rifiuti.

Dopo una giornata di pausa, i ragazzi del Club torneranno a occuparsi di tutela dell’ambiente partecipando lunedì pomeriggio alla passeggiata ecologica organizzata dal comitato “Il mare di Sferracavallo”. Una giornata all’insegna del rispetto dell’ambiente e che ha lo scopo di sensibilizzare le istituzioni alla richiesta dei residenti della borgata: chiedono che la riserva orientata Capo Gallo funzioni e che lì venga tutelato il rispetto delle regole civili e ambientali.

Tappa della passeggiata sarà appunto la riserva orientata Capo Gallo (ingresso da punta Barcarello).  L’iniziativa vedrà i partecipanti indossare una maglietta blu come il mare, o verde come i colori della vegetazione di Capo Gallo recentemente colpita da incendi devastanti. Il via è per le 18.30, quando mamme e bambini della borgata si stringeranno in un “simbolico abbraccio” dedicato alla riserva. Poi, alle 19.30, la “passiata” nella strada di accesso alla riserva e fino al cancello di ingresso. Alle 20, tutti insieme, potranno ammirare il momento del tramonto. Durante la manifestazione saranno anche distribuiti i moduli di adesione per votare la zona come “Luogo del cuore” nel concorso FAI - Fondo Ambiente Italiano. Parteciperanno anche tante altre associazioni ambientaliste e anche a questo appuntamento i ragazzi di YouDiveClub Capo Gallo hanno scelto di non mancare. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento