Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Sub pescano di notte in mare, riaffiorano e trovano la polizia: multati

Nei guai due palermitani, che sono stati individuati nel tratto di mare antistante la frazione di Villa Margi nel comune di Reitano, vicino a Santo Stefano di Camastra. Sequestrati 10 chili di pesce

"Pesca subacquea illegale". Con questa accusa due palermitani sono stati multati a Reitano, vicino a Santo Stefano di Camastra, dopo i controlli della polizia marittima, che sono stati coordinati dal comandante dell’ufficio circondariale marittimo di Sant’Agata Militello. Il blitz è arrivato dopo una segnalazione telefonica pervenuta alla sala operativa del comando. E' successo nel weekend.

I due palermitani sono stati individuati nel tratto di mare antistante la frazione marina di Villa Margi mentre effettuavano pesca subacquea di notte "in violazione alle norme regionali e nazionali appositamente vigenti in materia". Sequestrata l’attrezzatura subacquea utilizzata dai due pescatori di frodo ed il pescato, ovvero 10 chilogrammi circa di prodotto ittico.

Il pesce è stato immediatamente ispezionato, sotto il profilo igienico-sanitario, dal personale veterinario dell’Asp di Mistretta il quale, dopo averne accertato l’idoneità al consumo umano, ha consentito al comando dei carabinieri di devolvere tutto in beneficenza. "La pesca subacquea, oltre a dover essere praticata esclusivamente in ore diurne, non deve creare alcun pregiudizio per la pubblica balneazione - hanno spiegato dal comando dei carabinieri -. Per tale ragione ed essendo entrata nuovamente in vigore l’ordinanza di sicurezza balneare n. 05/2016, dal primo di aprile, nelle fascia oraria destinata alla balneazione, dalle 9 alle 19, tale pesca deve essere effettuata ad una distanza dalla costa pari ad almeno 500 metri".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sub pescano di notte in mare, riaffiorano e trovano la polizia: multati

PalermoToday è in caricamento