rotate-mobile
Cronaca Partanna-Mondello / Viale Regina Elena

Presunto stupro di Mondello, scarcerati i due indagati

Il tribunale del Riesame ha annullato l'ordinanza emessa il 2 settembre. Tornano liberi dopo 25 giorni Maurizio Mortillaro e Antonio Mangano

Annullata l'ordinanza di custodia cautelare per i due trentenni arrestati per il presunto stupro a Mondello ai danni di una ragazza siciliana e una tedesca. A decidere è stato il tribunale del Riesame presieduto da Maria Elena Gamberini. La notizia, pubblicata su LiveSicilia, non spiega però le cause che hanno portato alla scarcerazione. "Non sussistono le esigenze cautelari", secondo la difesa. La cui tesi è che, in ogni caso, si tratterebbe di "rapporti consenzienti".

Per i due uomini, Maurizio Mortillaro e Antonio Mangano, "è la fine di un incubo". Hanno passato 25 giorni all'Ucciardone. Ma la vicenda non è certo conclusa. Il tribunale deve ancora giudicare se la loro versione sia credibile, anche a fronte del fatto che essa contrasta con il referto della visita medica a cui le ragazze si erano sottoposte la sera stessa dell'accaduto. La conclusione dei medici era che le due avessero avuto "rapporti tutt'altro che volontari".

Gli inquirenti inoltre non si spiegano come mai Mortillaro e Mangano si fossero dileguati in fretta e furia lasciandole sole in spiaggia. Si erano giustificati dicendo che, a rapporto concluso, le giovani donne gli avevano chiesto 50 euro. Insomma, si sono accavallate una serie di versioni così discordanti fra di loro che è stato richiesto un incidente probatorio, che sembra almeno finora essere andato a favore dei due presunti aggressori. Che intanto, mentre erano in cella, hanno ricevuto la lettera di licenziamento dal Centro Olimpo, dove erano impiegati l'uno come magazziniere, l'altro salumiere.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunto stupro di Mondello, scarcerati i due indagati

PalermoToday è in caricamento