Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Uditore-Passo di Rigano / Viale Leonardo Da Vinci

Autobus in ritardo, ragazzi dell'Ipsia si attaccano al tram: "Violato diritto allo studio"

La denuncia del consigliere comunale Figuccia: "La rivoluzione decisa dall’Amat costringe centinaia di ragazzi del 'Medi' ad arrivare in netto ritardo per l’inizio delle lezioni"

Il tram in via Leonardo da Vinci

“I nuovi orari del tram e il drastico taglio delle linee urbane dell’Amat stanno provocando parecchi disagi agli studenti dell’istituto Ipsia Enrico Medi di via Leonardo da Vinci”. La denuncia arriva da Angelo Figuccia, consigliere comunale di Forza Italia, che prosegue: “Fino allo scorso anno scolastico, i ragazzi, molti dei quali abitano nella quarta e quinta circoscrizione, potevano raggiungere la scuola sia con il tram, la cui frequenza era di circa 10 minuti, sia con gli autobus grazie alla linea diretta tra la Rocca di Mezzomonreale e viale Da Vinci. La riapertura delle scuole, invece, ha coinciso con la rivoluzione degli orari e delle linee decisa dall’Amat, che costringe centinaia di ragazzi ad arrivare in netto ritardo per l’inizio delle lezioni, e a tornare a casa nel pomeriggio inoltrato".

Il caos ha fatto scattare le proteste sia dei genitori, ma anche dei professori, che spesso si ritrovano le aule semivuote. "E’ indispensabile, quindi, che l’Amat corra immediatamente ai ripari e permetta sia una maggiore frequenza del tram che il ripristino della linea tra la parte alta di Corso Calatafimi e la scuola. Orlando, che il sindaco lo sa fare, garantisca il sacrosanto diritto allo studio di centinaia di ragazzi palermitani e obblighi l’azienda di via Roccazzo a correre immediatamente ai ripari, anche per evitare che la zona diventi un tappeto di automobili, e quindi un drastico aumento delle famigerate polveri sottili, dei genitori costretti ad accompagnare i propri figli a scuola per evitare di perdere ore di lezioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autobus in ritardo, ragazzi dell'Ipsia si attaccano al tram: "Violato diritto allo studio"

PalermoToday è in caricamento