rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
La protesta / Libertà / Via XX Settembre

Una sagoma sporca di sangue per Lorenzo: studenti in piazza contro l'alternanza scuola-lavoro

L'azione dei militanti di Antudo, davanti alla sede di Sicindustria in via XX Settembre, in ricordo dello studente morto in una fabbrica della provincia di Udine. Affisso uno striscione: "Immolato dallo Stato italiano sull'altare del capitale"

"Sangue del nostro sangue! Lorenzo Parelli, immolato dallo Stato sull'altare del capitale". La frase è impressa sullo striscione comparso questa mattina presto sulla vetrata della sede di Sicindustria, in via XX Settembre. Sul marciapiede vicino, c'è una sagoma delineata con il gesso bianco e macchiata di vernice rossa. L'azione, che ricorda lo studente morto in una fabbrica della provincia di Udine il 21 gennaio mentre era impegnato nell’ultimo giorno di alternanza scuola-lavoro, è firmata dai militanti di Antudo Palermo che aprono così la giornata di mobilitazione studentesca prevista per oggi.

Gli studenti e le studentesse delle scuole, a partire dalle 9, manifesteranno al Politeama contro "la mala gestione del sistema scolastico e l’ipocrisia del capitalismo". Nel pomeriggio è previsto un altro concentramento alle 16. "Come tanti studenti e studentesse anche Lorenzo - affermano i militanti di Antudo Palermo - era lì perché obbligato dalla legge 'Buona Scuola', introdotta dal governo Renzi nel luglio 2015, in complicità  con Confindustria e appoggiata da tutte le forze parlamentari. Qualcuno pensa di poter spacciare queste morti per incidenti; noi sappiamo bene chi sono i responsabili".

La protesta degli studenti contro l'alternanza scuola-lavoro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una sagoma sporca di sangue per Lorenzo: studenti in piazza contro l'alternanza scuola-lavoro

PalermoToday è in caricamento