Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Roma

Le prelibatezze di tutto il mondo trovano casa a Palermo: arriva lo "Street food fest"

L'evento si terrà nel perimetro della zona a traffico limitato e rientra nel piano del Comune di rilancio dell'area. Previste navette gratuite per raggiungere i gazebo

Panelle o crocchè? Schietta o maritata? Shawarma o Kebab? E, oggi più che mai, alla carne o al burro? E' stato presentato questa mattina, in una giornata speciale per la città come la festa di Santa Lucia, lo Street Food Fest, la rassegna internazionale del cibo da strada che animerà il capoluogo con un vero percorso del gusto lungo via Roma, dalla Stazione Centrale a corso Vittorio Emanuele e a piazza Sant’Anna, dal 15 al 18 dicembre.

Un'edizione speciale sia per la presenza di prelibatezze provenienti da tutto il mondo sia per il tema della mobilità sostenibile che per questa quattro giorni si sposa a pieno con l'iniziativa. Già capitale dello street food e quinta città in classifica in tutto il mondo, per Palermo sarà infatti anche un'occasione per lanciare uno sguardo particolare al tema dei trasporti pubblici. "Lo street food - ha detto questa mattina l'assessore Giusto Catania durante la conferenza di presentazione a Palazzo delle Aquile - diventa così sinonimo di mobilità sostenibile. Faremo di questa quattro giorni il simbolo di un importante messaggio, quello di utilizzare i mezzi pubblici perché saranno previsti degli sconti sul ticket previsto per la manifestazione". 

A organizzare l’evento, voluto dal Comune e appoggiato in particolare dall'assessorato alle Attività produttive, la società siciliana AdMeridiem con il patrocinio dell’Università e il corso di studi in Scienze e Tecnologie Agrarie, Confindustria, Confesercenti, Federalberghi, Confartigianato, Cna, LegaCoop, Casa Artigiani, Libera Terra, Itimed Associazione Culturale Itinerari del Mediterraneo, Idimed Istituto per la Promozione e Valorizzazione della Dieta Mediterranea. 

Dopo lo Sherbeth, il Festival internazionale del gelato artigianale, la città si prepara così a un altro grande villaggio gastronomico in cui a farla da padrone saranno le migliori specialità di street food provenienti da tutto il mondo. Direttore tecnico di produzione sarà Francesco Lelio, noto chef interprete del cibo di strada palermitano. La direzione scientifica sarà guidata dall'Università degli Studi di Palermo e in particolare dal professore Paolo Inglese. Con loro anche Fabrizio Carrera direttore di Cronache di Gusto, media partner dell'evento, Nino Aiello giornalista del Gambero Rosso e Gaetano Basile, giornalista ed esperto di tradizioni siciliane.

Dallo sfincione al panino con la milza, dall'arancina alla panella - che come sottolinea l'assessore Marano è speciale sia per la sua antichità che perché vegetariana e femmina - Palermo diventerà per quattro giorni un crogiolo di sapori e profumi, in una delle strade più in crisi negli ultimi anni. "Se chiediamo a un palermitano - ha detto il sindaco Orlando - di dire due esercizi commerciali tra via Roma e corso Vittorio Emanuele, certamente non saprà cosa rispondere, segno che quella zona è morta. Organizzare questa manifestazione proprio lì è emblematico perché quella è una parte della città in crisi ormai da anni ma che noi crediamo che possa ritrovare la sua visibilità perduta". L’evento è stato organizzato nell’area attualmente a traffico limitato e rientra nel piano del Comune di rilancio dell’area.

Presenti alla conferenza anche l'assessore alle Attività produttive, Giovanna Marano, il rettore del'Ateneo palermitano, Fabrizio Micari, Mario Attinasi, presidente di Confesercenti Palermo, il presidente del Consiglio comunale Totò Orlando e ancora Francesco Lelio e il coordinatore Davide Alamia che ha dato qualche dritta in materia di numeri per questa edizione della manifestazione. "Nell'ultimo mese - ha affermato - ci sono stati 200 mila accessi unici al sito della manifestazione, provenienti soprattutto dall'Italia ma anche da Asia e stati Uniti". Micari ha invece annunciato il lancio per il 2017 del corso di Dietistica presso la cittadella universitaria, che "darà un'attenzione particolare - ha detto - alla qualità del cibo. Mettere insieme tradizione e innovazione è una importante risposta per il futuro". 

Una kermesse dal gusto mondiale, dunque. Ma non si tratterà solo di un viaggio alla scoperta di cibi, culture e tradizioni, nei suoi oltre 20 stand lungo il percorso. Ad animare l’evento anche cooking show con chef stellati, laboratori per grandi e piccini, dibattiti, visite guidate e spettacoli dal vivo con grandi cantanti, musicisti, attori comici. Nel corso delle ultime due giornate, una tavola rotonda con food blogger ed esperti e la premiazione del miglior street food secondo la giuria popolare. 

L'inaugurazione è prevista per giovedì alle 18. Un momento speciale per gli appassionati di arancine, sarà quello previsto sabato alle 13,30 con la premiazione di #ArancinaDay2016, il contest di Cronache di Gusto che assegnerà un riconoscimento alla migliore arancina al burro di Palermo. Non mancheranno i tour alla scoperta della Palermo arabo normanna. Spazio anche per i più piccoli con il Baby Village, mentre ogni giorno dalle 16 all’una di notte, notte bianca dei negozi. Gli esercizi commerciali aderenti rimarranno aperti fino a tardi per consentire lo shopping in centro ai visitatori del villaggio. Tutti i giorni l’evento sarà trasmesso in diretta da Radio Action 101. 

Il ticket avrà un costo di 6,50 euro e darà diritto a tre degustazioni: uno street food salato, un dolce e una bevanda. Sarà applicato uno sconto di 50 centesimi per chi acquisterà la prevendita on line. Previste inoltre navette gratuite dal parcheggio Basile e per il centro storico e ancora ulteriori sconti e agevolazioni per chi sceglie di muoversi con i mezzi pubblici Amat e Trenitalia. La partecipazione ai cooking show avrà un costo di 15 euro, l’ingresso al baby village prevede un contributo di 3 euro a bambino. La partecipazione alla manifestazione è libera.

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le prelibatezze di tutto il mondo trovano casa a Palermo: arriva lo "Street food fest"

PalermoToday è in caricamento