Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Guerra totale alla doppia fila: scatta lo “Street control”

Si tratta di 4 dispositivi simili all'iPad che consentono di registrare e multare le vetture non posteggiate regolarmente. Il sistema sarà in grado di individuare anche veicoli rubati. Il servizio a regime dopo Pasquetta

Il countdown è finito oggi: scatta l’ora dello “Street control”. Un sistema che con l’ausilio di una telecamera consentirà ai vigili di filmare e fotografare le vetture in sosta selvaggia. Il dispositivo sarà in grado anche di salvare le targhe e di individuare pure eventuali auto rubate. Da giorni i vigili urbani stanno testando il sistema in via sperimentale insieme con i tecnici. Anche se fino a Pasqua la polizia municipale impegnerà nel servizio due pattuglie a turno solo per un paio d'ore. Si comincerà con gli assi principali a senso unico: viale Strasburgo, viale Lazio, via Dante, viale Campania. Solo per fare alcuni esempi. Ma subito dopo Pasquetta il servizio verrà implementato e verranno coinvolte altre zone della città.

Il sistema che sarà posizionato sulle auto degli agenti si basa su un tablet, una sorta di iPad che registra migliaia di dati e informazioni. La gara d’appalto da 40 mila euro, che prevede l’installazione e la fornitura dei quattro mini computer, è già stata aggiudicata. Lo “Street control” arriva a Palermo dopo che ha già avuto ottimi risultati a Milano, Bari e Bologna. Un deterrente che dovrebbe essere utile nel capoluogo siciliano, dove l’anno scorso sono state emesse 12.500 sanzioni da 40 euro per le macchine posteggiate in doppia fila.

Come funziona? Se l’agente nota un mezzo non parcheggiato regolarmente aziona la telecamera, il sistema memorizza il numero di targa ed elabora automaticamente la multa che viene spedita a casa di colui che ha commesso l’infrazione. Se viene rilevato un veicolo rubato, la tavoletta computerizzata emetterà un segnale sonoro. Insomma un sistema che dovrebbe ottimizzare il lavoro della polizia municipale, velocizzando i tempi di notifica delle contravvenzioni e consentendo di diminuire il numero di vigili in strada per questi servizi. Una boccata d’ossigeno per il comando di via Dogali spesso a corto di personale per “controllare” la città.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra totale alla doppia fila: scatta lo “Street control”

PalermoToday è in caricamento