rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Guerra contro chi occupa le corsie dei bus: arriva lo “Street control”

Inizialmente utilizzata contro le doppie e triple file, la nuova tecnologia servirà anche a “pizzicare” chi occupa abusivamente le corsie preferenziali. Si inizia con le arterie principali. E nel frattempo iniziano ad accendersi anche le 110 telecamere fisse

Guerra agli automobilisti che occupano le corsie preferenziali. E la nuova “arma” si chiama “Street control”. Nato per “pizzicare” le auto posteggiate in doppia e tripla fila adesso la nuova tecnologia sarà utilizzata anche contro coloro che occuperanno abusivamente le corsie vitali per autobus e mezzi di soccorso. Inizialmente le vie controllate saranno via Leonardo da Vinci, viale Michelangelo, viale Regione siciliana e viale Strasburgo. Oltre alla multa si rischia di perdere anche punti sulla patente: due a ogni infrazione.

E il comando di via Dogali è pronto a dotarsi di un’altra arma: le telecamere fisse. Per gli automobilisti sarà come vivere all’interno di un Grande Fratello, visto che le telecamere collegate con la sala operativa dei vigili sono ben 110. Oltre a quelle già in funzione in viale Regione siciliana nella zona dell’autostrada Palermo-Mazara del Vallo, sotto controllo anche piazza Politeama, corso Vittorio Emanuele e piazza Indipendenza.

I primi dati dello “Street control” sono stati soddisfacenti. A marzo il numero di multe più elevato: 1809 in totale. Ad aprile si registra un lieve calo 1174, mentre a maggio il dato scende ancora a 660. Un calo pare dovuto alla fine del rifacimento delle strade in alcune importanti arterie. Ma ora i controlli riprenderanno a pieno regime. Automobilisti tremate. Oppure più semplicemente rispettate il codice della strada.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra contro chi occupa le corsie dei bus: arriva lo “Street control”

PalermoToday è in caricamento