Cronaca Termini Imerese

La missione di Pittamuri: murales per abbellire Termini Imerese, il primo al porto

Il Comune ha sposato il progetto del coordinamento di artisti, associazioni e cooperative. Il graffito sarà realizzato il 4 e 5 maggio. Il tema: un mare plastic free

Abbellire Termini Imerese con murales e opere d'arte. E' questo l'intento di Pittamuri, coordinamento di artisti, associazioni, cooperative e cittadini che il 4 e 5 maggio presso il porto realizzerà - con il patrocinio gratuito della Citta di Termini Imerese che ha sposato subito il progetto - un graffito sul tema del mare plastic free.

Fanno parte del coordinamento gli artisti Rosalba Cannavò (Rori), Maria Antonietta Terrana, Giuseppe Piscitello, Giulio Adelfio, Gaia Cipolla, Raimondo Campagna, Alice Loma (Street Art di Catania), Gigia Bolone, Carla Saeli, il collettivo Artisti termitani uniti, l'associazione "L'Arca", la Cooperativa sociale "Novi Familia", il ristorante e pizzeria sociale "Tocca a tia", il gruppo di animazione "Jobel", l'istituto d'arte di Termini Imerese. 

"Invitiamo artisti provenienti da ogni dove e la comunità tutta - spiegano i responsabili - a farsi partecipi di un progetto che ha lo scopo di colorare di bellezza la nostra amata città di Termini Imerese. La proposta progettuale seguirà diversi step. Vogliamo utilizzare la street art come mezzo per combattere il grigiore e ridare luce a Termini Imerese, rendendola più bella ed educando nel contempo alla legalità e alla cura dei beni comuni, attraverso la proposta di momenti di partecipazione comunitaria e la programmazione di iniziative specifiche. I cittadini e gli enti tutti si occuperanno di identificare i luoghi e i temi da rappresentare. Verranno quindi individuati muri potenzialmente adatti ad essere sottoposti ad interventi di cura, pulizia e abbellimento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La missione di Pittamuri: murales per abbellire Termini Imerese, il primo al porto

PalermoToday è in caricamento