menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cumuli d'immondizia nei pressi di Leroy Merlin

Cumuli d'immondizia nei pressi di Leroy Merlin

Straordinari Rap per togliere i rifiuti dalle strade: "Entro l'Immacolata città ripulita"

A dirlo è il direttore generale Li Causi, che fa il punto sull'arretrato recuperato negli ultimi due giorni: 700 tonnellate, oltre alle 900 normalmente raccolte. In assenza di risposte della Regione, pressing sul Comune per autorizzare il tritovagliatore mobile e conferire in deroga nella sesta vasca

"Intoppi permettendo, contiamo di ripulire la città prima dell'Immacolata". Lo dice il direttore generale della Rap, Roberto Li Causi, che fa il punto sull'arretrato recuperato negli ultimi due giorni: 400 tonnellate ieri, 300 oggi delle circa 2.500 rimaste in strada durante questa ennesima emergenza rifiuti. 

La Rap ha ripreso a pieno regime l’attività di raccolta e con 10 pale gommate (di cui 3  messe a disposizione da Amap, Coime e Città metropolitana) sta effettuando gli straordinari. I rifiuti in questo momento, ricorda il presidente Giuseppe Norata, vengono depositati "in modo straordinario e temporaneo nei piazzali dell'impianto di Bellolampo". Gli operai della Rap hanno infatti liberato alcune aree nei pressi del Tmb fisso, che al momento lavora 650-700 tonnellate al giorno. La Rap inoltre sta presentando un progetto per rimettere in funzione il tritovagliatore mobile che si trova nell'area ex Unieco.

Ciò darebbe la possibilità di trattare ulteriori 450 tonnellate al giorno. Le tempistiche non sono immediate, perché "da ottobre - spiega ancora Li Causi - l'assessorato regionale al Territorio e all'Ambiente impone per questo tipo di impianti il rilascio della Via. Una procedura lunga, la stessa che viene richiesta per la sesta vasca". 

Il sopravaglio, la parte leggera dei rifiuti in uscita dal Tmb, va per ora a finire negli spazi residui della sesta vasca e "fra qualche giorno nella discarica di Siculiana". Mentre, aggiunge il direttore generale della Rap, "possiamo portare soltanto 70 tonnellate di immondizia 'tal quale' presso la discarica di Trapani". La mancata individuazione da parte della Regione di impianti di trattamento in cui conferire i rifiuti urbani è per la Rap "la causa della crisi ambientale che stiamo vivendo in questo momento".

In assenza di risposte dalla Regione, la Rap chiama in causa il Comune sperando che il sindaco Leoluca Orlando emani un'ordinanza urgente e contingibile per autorizzare l'abbancamento di 140 mila tonnellate di rifiuti nella sesta vasca e l'uso del tritovagliatore mobile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La Rap - assicura Li Causi - dedicherà il massimo sforzo organizzativo in piena sinergia con l’amministrazione comunale, per rendere il più possibile efficiente e veloce il servizio di raccolta dei rifiuti recuperando al più presto le condizioni ottimali della igiene urbana, con la speranza che anche l’utenza contribuisca con comportamenti adeguati al ripristino del decoro urbano".

Nei prossimi giorni si provvederà a pulire i quartieri con maggiori criticità: Sperone-Brancaccio, Bonagia, Falsomiele, zona Viale Michelangelo, Marinella, Zen, una postazione di via Brunelleschi, bretella Regione Siciliana altezza Leroy Marlin, tre punti nel quartiere Oreto Vecchia, Zona Corso Pisani, Cappuccini, Pindemonte, Albergheria, Noce-Zisa (da definire via Zisa, via Eugenio L’Emiro, via Edrisi, via Mosca), Quartiere Montepellegrino (Sadat Rabin, Cimbali, Jung). Nella giornata odierna è previsto il seguente programma di raccolta rifiuti: area Zen fino a fine settimana, Linea via Castellana, Passo di Rigano, linea Leroy Marlin (bretella laterale Regione Siciliana), via Roentgen, zona Pietratagliata, Noce, Villatasca, Zona Sperone-Bonagia-Brancaccio e via Galletti.

Nelle foto in basso via Mico Geraci (ex Giraffa), zona Bonagia

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento