Il depistaggio sulla strage di via D'Amelio, chiesta l'archiviazione per 4 poliziotti

Per la Procura non c'è che prova che Giuseppe Antonio Di Ganci, Giampiero Valenti, Domenico Militello e Piero Guttadauro abbiano sviato le indagini. Della stessa accusa rispondono tre funzionari di polizia, che sono però già stati rinviati a giudizio

Strage di via D'Amelio

La Procura di Caltanissetta ha chiesto l'archiviazione dell'inchiesta sul depistaggio delle indagini sulla strage di via D' Amelio costata la vita al giudice Paolo Borsellino e agli agenti della scorta, avviata a carico di quattro poliziotti che indagarono sugli attentati del '92. Alla sbarra Giuseppe Antonio Di Ganci, Giampiero Valenti, Domenico Militello e Piero Guttadauro. Sarà il gip a dovere decidere.

I poliziotti erano accusati di concorso in calunnia: avrebbero costruito ad arte a tavolino una finta verità sulla fase esecutiva della strage imbeccando falsi pentiti come Vincenzo Scarantino e costringendoli ad accusare persone, poi rivelatesi innocenti. Della stessa accusa rispondono i funzionari di polizia Mario Bo, Fabrizio Mattei e Michele Ribaudo, per cui però la Procura ha chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento