rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

Anniversario Borsellino, il Coordinamento 19 luglio: "Stop retorica, pretendiamo la verità"

Stamani in via D'Amelio, sul luogo in cui il 19 luglio del 1992 Cosa nostra uccise il giudice Paolo Borsellino e i cinque agenti della scorta, sono state presentate le attività in vista del 31esimo anniversario dell'eccidio

"Non vogliamo parole retoriche ma fatti concreti. Pretendiamo verità e giustizia. La lotta alla mafia riparte dalla questione sociale e dai diritti". A dirlo è stato il 'Coordinamento 19 luglio', che stamani in via D'Amelio, sul luogo in cui il 19 luglio del 1992 Cosa nostra uccise il giudice Paolo Borsellino e i cinque agenti della scorta, hanno presentato le attività in vista del 31esimo anniversario dell'eccidio. All'incontro con i giornalisti ha partecipato anche Salvatore Borsellino, fratello di Paolo.

"In questo 19 luglio non si potranno replicare le scene viste in occasione del corteo che il 23 maggio scorso commemorò le vittime della strage di Capaci, in cui la polizia ha caricato i manifestanti pacifici", ha detto il fondatore delle Agende rosse. In occasione dell'anniversario della strage di via D'Amelio, infatti, si terrà un corteo dal titolo 'Basta Stato Mafia', che partendo da via Notarbartolo, davanti l'albero Falcone - il concentramento è previsto alle 15 - raggiungerà proprio il luogo della strage, in occasione del minuto di silenzio delle 16.58.

Davanti all'Albero della Pace anche alcuni studenti. "La dispersione scolastica è una delle prime fonti di provvigione delle mafie - hanno detto -. Dai giovani può e deve partire una pretesa di verità e giustizia che ponga le giuste domande anche se scomode: chi c’è oltre Cosa nostra dietro la strage di via D’Amelio? Chi sono gli autori del depistaggio? Chi ha prelevato l’agenda rossa di Paolo Borsellino? Perché la necessità della mafia di accelerare i tempi dopo la strage di Capaci?".

"Il 19 luglio sarà una tappa, ma non sarà la conclusione di un percorso, bensì l’inizio di un progetto che vede nell’internazionalità della lotta alla mafia il suo punto cardine", spiegano dal Coordinamento 19 luglio, che domani, alle 17, sarà impegnato ai Cantieri culturali della Zisa con un'Isola antimafia. "Un’attività in cui verranno esposti banchetti informativi utili alla cittadinanza per comprendere il significato dell’intersezionalità della lotta antimafia", spiegano. A seguire anche una mostra e un dj set.

Percorso corteo “Basta Stato Mafia”:

  • Ritrovo Albero Falcone, via Notarbartolo
  • Svolta a sinistra, via Libertà
  • Svolta a destra, via Tommaso Gargallo
  • Svolta a sinistra, via Via Edmondo de Amicis
  • Svolta a destra, via Mario Rutelli
  • Continua su via Giuseppe Alessi
  • Continua su via dell’Autonomia Siciliana
  • Svolta a sinistra, via Mariano d’Amelio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anniversario Borsellino, il Coordinamento 19 luglio: "Stop retorica, pretendiamo la verità"

PalermoToday è in caricamento