menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Deposta una corona di fiori in memoria dei caduti

Deposta una corona di fiori in memoria dei caduti

Una mina uccise sette carabinieri Passo di Rigano, si ricorda la strage

Oggi la commemorazione per il 62° anniversario. Il bandito Salvatore Giuliano provocò la morte dei militari piazzando una bomba lungo la provinciale che investì il mezzo sul quale viaggiavano

Oggi ricorre il 62° anniversario della strage di Passo di Rigano. Il grave evento criminoso, messo in atto dal bandito Salvatore Giuliano, provocò la morte di sette carabinieri per l’esplosione di una potente carica di tritolo, al passaggio del mezzo militare su cui viaggiavano. Alle 10, in via Leonardo Ruggeri, è stata deposta una corona d’alloro al Cippo commemorativo che ricorda i militari caduti.

L’eccidio fu consumato alle ore 21.30 del 19 agosto del 1949 a Passo di Rigano. In quella che allora era una piccola borgata alle porte di Palermo, posta sulla strada provinciale di accesso alla città provenendo da Partinico e Montelepre. Il bandito Salvatore Giuliano, detto “Turiddu”, fece esplodere una potente mina anticarro, collocata subdolamente lungo la strada. La deflagrazione investi l’ultimo mezzo, con a bordo 18 Carabinieri, di una colonna composta da 5 autocarri pesanti e da due autoblindo che trasportavano complessivamente 60 unità del “XII Battaglione Mobile Carabinieri” di Palermo. L’esplosione dilaniò il mezzo e provocò la morte di sette giovani Carabinieri, di umili origini, provenienti da varie città italiane.Caduti a Bellolampo-2

I nomi delle vittime: Giovan Battista Aloe classe 1926 da Cosenza (Lago), Armando Loddo classe 1927 da Reggio Calabria, Sergio Mancini classe 1925 da Roma, Pasquale Antonio Marcone classe 1922 da Napoli, Gabriele Palandrani classe 1926 da Ascoli Piceno, Carlo Antonio Pabusa classe 1926 da Cagliari ed Ilario Russo classe 1928 da Caserta. Altri 10 carabinieri rimasero feriti, alcuni subendo gravi mutilazioni. Tra i feriti vi fu anche il 35 enne Tenente dei carabinieri Ignazio Milillo, Comandante della Tenenza suburbana di Palermo.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento