Venerdì, 30 Luglio 2021
Filippo Virzì, portavoce dell'Ugl
Cronaca

Strage di Capaci, l'appello di Virzì: "Le nostre coscienze rimangano sempre deste"

In occasione delle commemorazioni per i giudici Falcone e Borsellino il portavoce dell’Ugl ricorda anche gli uomini della scorta, martiri sacrificati sul campo dalla mafia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“In occasione della strage di Capaci atroce ricorrenza per Palermo, si risvegliano le coscienze anche per Giovanni Falcone, le quali a mio avviso devono invece rimanere sempre deste 360 giorni l’anno, l’attacco della mafia alle istituzioni con l’uccisione di Falcone e Borsellino, deve continuare a vivere in noi, non deve essere una vetrina soltanto politica e mediatica,  per non dimenticare quanto la mafia rappresenti il male assoluto, e per far sì che i riflettori sul cancro della società italiana rimangano sempre accesi, perché la mafia è silente, ha cambiato solo pelle”. A dichiararlo è Filippo Virzì, portavoce dell’Ugl di Palermo, in occasione dell’arrivo a Palermo della Nave della Legalità.

“Il nostro pensiero - conclude Virzì -  va anche agli uomini della scorta, martiri sacrificati sul campo dalla mafia e alle loro famiglie tremendamente colpite negli affetti più cari, accogliamo a Palermo oltre mille studenti con gioia, perché proprio da loro e dalla scuola e dalle famiglie, bisogna lavorare per imprimere alle nuove generazioni una vera coscienza della cultura della legalità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di Capaci, l'appello di Virzì: "Le nostre coscienze rimangano sempre deste"

PalermoToday è in caricamento