menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'Albero Falcone

L'Albero Falcone

Ventennale della strage di Capaci: un minuto di silenzio all'Albero Falcone

Due cortei con migliaia di studenti sono partiti da via D'Amelio e dall'aula bunker dell'Ucciardone per ritrovarsi in via Notarbartolo. Presente anche delegazione degli studenti dell'Università di Coventry. "La mafia è una catena, spezziamola insieme"

Le parole, i canti e i cori hanno lasciato spazio al silenzio e alle lacrime. I due tradizionali cortei, partiti uno dall'Aula Bunker e l'altro da via d'Amelio si sono riuniti sotto l'Albero Falcone in via Notarbartolo, dove hanno trovato ad attenderli Maria Falcone, sorella del magistrato ucciso, e il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso. E' stato celebrato il momento solenne del Silenzio suonato dal trombettiere della polizia di Stato alle 17,58, orario della strage. Migliaia di persone, tra cui tantissimi studenti, hanno partecipato in rigoroso silenzio al ricordo di Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta.

Prima del silenzio sono arrivati anche Claudio Baglioni e Antonello Venditti che insieme hanno intonano "Strada facendo", con la folla a fare il coro. Al corteo ha partecipato anche una delegazione degli studenti dell’Università di Coventry, ospite di Addiopizzo. I giovani inglesi espongono lo striscione con la scritta ”Per non dimenticare, noi siamo qui”. Tra gli slogan adottati dai manifestanti, “La mafia è una catena, spezziamola insieme” e “Mafia uguale paura. Paura uguale silenzio. Silenzio uguale mafia. E’ ora di parlare!”
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento