rotate-mobile
La commemorazione / Libertà / Via Emanuele Notarbartolo

Strage di Capaci, 31 anni dopo gli appuntamenti nel ricordo del giudice Falcone

Palermo presenta spettacoli, concerti e marce per ricordare il magistrato ucciso dalla mafia, insieme alla moglie Francesca Morvillo e agli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro

Una bomba all'altezza di Capaci fa saltare in aria l'auto su cui viaggiano il giudice Giovanni Falcone, il magistrato Francesca Morvillo, sua moglie, e quelle degli agenti della sua scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. E' il 23 maggio del 1992. Sono passati 31 anni da quel sabato. Ogni anno, nel segno di una memoria che non passa, cariche di studenti da ogni parte d'Italia raggiungono la città per le iniziative in sua memoria e lo ricordano. 

Bambini, ragazzi e adulti in questi trent'anni hanno preso parte al corteo che dall'anno succesivo alla strage attraversa la città fino a giungere all'albero Falcone, in via Notarbartolo. "Gli uomini passano, le idee restano" è il motto che li conduce. Così anche quest'anno sono tanti i momenti di memoria nel segno di un passato che non passerà mai. Concerti, spettacoli teatrali, appuntamenti per bambini, film in tv e tanto altro per commemorare l'anniversario della Strage di Capaci. 

La Fondazione Falcone, che organizza il corteo che si ritroverà alle 17.57 all'albero di via Notarbartolo per il minuto di silenzio, dedica il prossimo 23 maggio a tutte le vittime: in particolar modo alla piccola Nadia Nencioni, assassinata con l’intera famiglia il 27 maggio del 1993 nella strage dei Georgofili a Firenze. Il titolo del trentunesimo anniversario della strage di Capaci è infatti "Il tramonto si avvicina", nome tratto dall’ultima poesia che la bambina scrisse in ospedale. Lo stesso componimento ha ispirato anche il codice dell’operazione della cattura di Matteo Messina Denaro lo scorso 16 gennaio. 

Un'installazione con le grandi fotografie appese ai palchi del teatro, a ricordare la protesta dei lenzuoli sciorinati dai balconi per dire "No alla mafia", firmata da Tony Gentile rialzerà il sipario sul teatro Garibaldi della Kalsa. A pochi giorni dall'anniversario della Strage di Capaci Gentile, uno dei giovani fotografi di cronaca di quegli anni, colui che scattò l'immagine iconica che racconta la grande complicità e amicizia tra i giudici Falcone e Borsellino, porta al Teatro Garibaldi la mostra intitolata "Luce e memoria". 

Palazzo Jungmesso a disposizione della Fondazione dalla Città Metropolitana di Palermo, aprirà il giardino delle confluenze, uno spazio dove si potrà assistere a una speciale programmazione culturale dedicata ai linguaggi contemporanei e alla musica popolare. Al Cineteatro Lux un doppio evento: si comincia con la proiezione del cortometraggio "Senza paura", che narra la storia di alcuni bambini che visitano Palermo, scoprendo luoghi e posti che generano in loro un forte senso di speranza, rivincita e rinascita. E si prosegue con lo spettacolo "Ne è valsa la pena", la storia di un carabiniere che, prendendo servizio presso il nucleo Intercettazioni, mette da parte tutto, perfino la famiglia e gli amici, per senso del dovere. 

La rete per la promozione della cultura antimafia, a cui aderiscono 79 istituzioni scolastiche della provincia di Palermo, organizza invece la marcia contro la mafia che si svolgerà lunedì. Il concentramento sarà davanti al Palazzo di Giustizia. Parteciperanno studentesse e studenti di diverse scuole cittadine. Il pomeriggio del 23 maggio, con concentramento alle ore 15 all’aula bunker dell’Ucciardone, le scuole della Rete per la promozione della cultura antimafia parteciperanno al tradizionale corteo che si concluderà all’albero Falcone.

La Gesap invece, la società di gestione dell’aeroporto di Palermo intitolato ai giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, in memoria di tutte le vittime di mafia, organizza un concerto in sala imbarchi che si svolgerà alle 17,43 (l’orario di arrivo dell’aereo da Roma con a bordo Falcone). Verrà eseguita la Sonata n. 1 in fa minore per clarinetto e pianoforte, Op. 120 n. 1 di Johannes Brahms (due movimenti).

Sempre all’aeroporto è possibile vedere la mostra permanente per ricordare Giovanni Falcone e Paolo Borsellino a 31 anni dalle stragi del 92 di Capaci e via D’Amelio ideata dall'Ansa insieme a Gesap, Fondazione Federico II e Regione Siciliana. Spostata dall’area pre-partenze all'area arrivi (sala ritiro bagagli), è un omaggio alla memoria e al sacrificio dei due magistrati, attraverso le immagini private messe a disposizione dai familiari e l’archivio fotografico dell’agenzia di stampa che raccontano la vita di Falcone e Borsellino.

Tornano anche i lenzuoli a Palermo. Il corteo di "resistenza popolare per un'antimafia intersezionale", organizzato dalla Cgil Palermo con le associazioni del "Coordinamento 23 maggio", partirà alle ore 15 dalla facoltà di Giurisprudenza e percorrerà via Maqueda, via Ruggero Settimo, via Libertà per arrivare alle 17.30 in via Notarbartolo. Durante il corteo i soggetti promotori, in tutto 15, interverranno lungo il percorso. Il segretario generale della Cgil Palermo Mario Ridulfo interverrà in via Libertà, all’altezza del Giardino Inglese. La manifestazione si chiama "Non siete 'Stato' voi, ma siete stati voi". 

Gli appuntamenti e le commemorazioni, tuttavia, vanno oltre il 23 maggio. Il 27 maggio alle ore 20.30, infatti, l'Anm - Associazione nazionale magistrati - sezione distrettuale di Palermo, organizza all'interno della chiesa di San Domenico (dove sono custodite le spoglie di Giovanni Falcone) la rappresentazione "Ombre", uno spettacolo teatrale aperto a tutti. 

Il sindacato autonomo di polizia, invece, organizza una gara podistica agonistica (il 28 maggio) a partire dal Giardino della Memoria: atleti e associazioni del territorio nazionale, parteciperanno alla prima mezza maratona memorial day Sap. Contestualmente, nella stessa giornata, verrà organizzato il primo cammino della memoria, una manifestazione ludico-motoria su un percorso di circa 4 chilometri. L’accoglienza e il ritrovo è previsto a partire dalle ore 8.30 all’interno del parco della Favorita con arrivo in via D'Amelio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di Capaci, 31 anni dopo gli appuntamenti nel ricordo del giudice Falcone

PalermoToday è in caricamento