Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Il giorno di Falcone, Palermo ricorda

A 21 anni dalla strage di Capaci la città organizza eventi e manifestazioni in memoria del magistrato ucciso, di sua moglie Francesca Morvillo, e degli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Di Cillo, Antonio Montinaro

Migliaia di persone attorno all'Albero Falcone - foto Riccardo Campolo

Oggi Palermo sarà animata da eventi e manifestazioni in memoria di Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo, gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Di Cillo, Antonio Montinaro e tutte le altre vittime della malavita organizzata. Cortei, convegni, mostre, catene umane, fiaccolate ed altro ancora per mantenere forte il ricordo nella società civile, a 21 anni dalla strage di Capaci, di tutte quelle persone che hanno pagato con la vita l'impegno profuso per sconfiggere il "cancro" della mafia. (IL CALENDARIO COMPLETO DEGLI EVENTI).

ORE 17,58
Scatta il minuto di silenzio. Il presidente del Senato Piero Grasso legge i nomi delle vittime delle due stragi. Subito dopo Niccolò Fabi canta due canzoni: "Orfano" e "Offeso". Applausi scroscianti dei circa 5 mila presenti. (LEGGI ARTICOLO)

ORE 17,37
Tra qualche minuto si terrà il "minuto di silenzio" davanti all'Albero Falcone in via Notarbartolo. Diventato un vero e proprio simbolo della legalità.

ORE 17,15
Il cantautore Niccolò Fabi si prepara a cantare sul palco allestito accanto all'Albero Falcone (LEGGI INTERVISTA)

ORE 15,59
"I veri protagonisti di questa mattina in memoria di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e degli agenti della scorta sono stati gli alunni delle scuole di Palermo e si tutta Italia che, attraverso disegni e altre attività creative, hanno espresso in modo chiaro la loro visione della città, riempiendo di colori e allegria i luoghi simbolo della città come il Parco Cassarà". Lo dichiara l'assessore comunale Barbara Evola, che si dice "molto soddisfatta del lavoro svolto dalle scuole e in particolare dalle insegnanti delle materne comunali che hanno iniziato il percorso sulla legalità partendo proprio dai diritti dei bambini. In questa giornata in cui la memoria ritorna al tragico evento di Capaci, c'è un  passaggio di testimone tra generazioni, su un terreno comune di ideali e valori".

ORE 15,33
Migliaia di bambini si sono riuniti in via D'Amelio, dove tra qualche minuto partirà il corteo diretto all'Albero Falcone.

ORE 15,11
Il Presidente della Camera Laura Boldrini è appena arrivata alla stele che ricorda la strage di Capaci, lungo l'autostrada Palermo-Mazara del Vallo. Alle 16.30 Boldrini parteciperà al corteo di giovani che partirà dal bunker Ucciardone per raggiungere l'albero Falcone. "Il lavoro è l'unico antidoto contro la mafia - ha detto - e la lotta alla mafia si fa anche confiscando i beni dei boss ma poi riutilizzandoli. Perchè l'utilizzo dei beni crea lavoro e il lavoro è l'unico antidoto contro Cosa nostra". (GUARDA IL VIDEO)

ORE 12,47
Polemica alla Settima Circoscrizione. Durante il minuto di silenzio per ricordare il giudice Falcone il consigliere Natale Puma resta seduta. Alcuni consiglieri per protesta abbandonano l'aula (LEGGI LA NOTIZIA)

ORE 11,53
Un bambino chiede al ministro al ministro Anna Maria Cancellieri: "Cosa si può fare per migliorare le condizioni delle carceri?". "Occorre garantire a chi finisce in carcere – risponde il Ministro - di poterne uscire migliorato. Ci deve esse la possibilià di lavorare all'interno del carcere, di studiare, di produrre. Ci sono dei dati che dimostrano che chi studia o lavora in carcere, una volta uscito tende a non compiere più delitti”.

ORE 11,45
Sale sul palco Roberto Saviano, lo scrittore campano che da anni lotta contro la Camorra e che vive sotto scorta. “Questo è un posto sacro, da qui è partita la voglia di capire davvero il potere criminale. Al Sud c'è più consapevolezza del problema. Sono stati ottenuti dei risultati incredibili nella lotta alla mafia. Ma credo che la strada sia ancora lunga e soprattutto che ora la lotta va portata avanti in una dimensione europea”.

ORE 11,17
"Il nostro paese ha bisogno di nuovi insegnanti. La crescita di un paese si fonda su un esercito di nuovi insegnanti e spero di riuscire a fare almeno questo per la scuola". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione Maria Chiara Carrozza che ha risposto alla domanda di un alunno che le chiede cosa farà questo Governo per la sucola: "Farò quello che si chiama un'agenda di Governo che comprenderà un piano molto preciso, quindi dovrò studiare tanto anch'io. E coinvolgerò gli insegnanti come interlocutori, perchè c'e' bisogno di una riflessione congiunta e parlare con chi la scuola la vive tutti i giorni. Non si può parlare di scuola se non con chi la vive. Questa agenda conterrà per la scuola due cose fondamentali: il contenitore e il contenuto. Il contenitore sono gli edifici e il contenuto che sono gli insegnanti".

ORE 10,58
"C'é ancora tanto da fare, soprattutto perché c'é un Parlamento che si permette di proporre sconti ai mafiosi". Duro l'intervento di Leoluca Orlando, entrando nell'aula bunker dell'Ucciardone. "Ci sono troppi uomini di Stato e troppi uomini di chiesa uccisi dalla mafia".

ORE 10,40
Dopo la proiezione di un video prende la parola Maria Falcone che ricorda Agnese Borsellino: "Non dobbiamo dimenticare una donna forte e da esempio per tutti che ci ha lasciato qualche giorno fa".

ORE 10,34
C'e' anche lo scrittore Roberto Saviano all'aula bunker del carcere Ucciardone per commemorare il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta. A moderare il dibattito, alla presenza del Presidente del Senato Pietro Grasso, dei ministri Annamaria Cancellieri, Maria Chiara Carrozza, Nunzia De Girolamo e altre autorità, il conduttore Fabio Fazio.

ORE 9,40
''Oggi è una giornata importante e non scordate mai questa data''. Il ministro dell'Istruzione, Maria Chiara Carrozza, ha salutato così le centinaia di ragazzi che hanno affollato la banchina del porto nella breve cerimonia che tradizionalmente segna l'avvio delle iniziative per l'anniversario delle stragi di Capaci e di via D'Amelio. Citando lo slogan dello striscione sorretto dai ragazzi sbarcati dalle Navi della legalità ("Giovanni Falcone, le tue idee cammineranno sulle nostre gambe") il ministro si è rivolta ai ragazzi dicendo: ''Anche il vostro futuro camminerà sulle vostre gambe''.

ORE 9,30
"Al momento di partire stavamo per abbandonare l'idea ma abbiamo deciso che le sfide vanno affrontate e abbiamo vinto questa sfida". Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso, parlando dal palco allestito al porto. "Sarebbe stata una giornata molto diversa senza questa accoglienza e l'unione di tutta di tutta l'Italia qui - ha aggiunto -. E' un bellissimo giorno, la Sicilia è sempre accogliente con tutti quelli che vengono in questa terra".

ORE 8.30
Le Navi della legalità “Giovanni Falcone e Paolo Borsellino” sono sbarcate al porto provenienti rispettivamente da Civitavecchia e Napoli. Una grande folla di giovani palermitani ha accolto i circa 3 mila tra studenti e professori accompagnatori giunti a bordo delle due navi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giorno di Falcone, Palermo ricorda

PalermoToday è in caricamento