Cronaca

"Le mulattiere di Palermo", comitati scrivono al sindaco sulle strade dissestate

Un gruppo di comitati civici ha deciso di inviare un'interrogazione al sindaco Leoluca Orlando sulle pessime condizioni in cui versano le strade della città

"Strade come mulattiere". Un gruppo di comitati civici ha deciso di inviare un'interrogazione al sindaco Leoluca Orlando sulle pessime condizioni in cui versano le strade della città. Il documento è a firma di diversi comitati e associazioni che rappresentano numerosi cittadini. Su Facebook, oltre le pagine dei vari Comitati, si può consultare una pagina dedicata alle strade disastrate “Le mulattiere della città di Palermo", censimento gratis per il Comune”.

"Quasi la totalità delle strade della città di Palermo - si legge nell'interrogazione risulta fortemente dissestata a seguito degli interventi da parte delle varie società di sottoservizi o municipalizzate (Amg, Amap, Fastweb, Tim, Telecom, ecc...) per la posa di cavi elettrici o telefonici, o per scavi eseguiti per varie opere di urbanizzazione primaria. Così la pavimentazione stradale di tutte le Circoscrizioni, nessuna esclusa, presenta buche, avvallamenti, fessure, dislivelli, tombini sotto quotati o sopraquotati. E tali danneggiamenti del manto stradale costituiscono un grave pericolo per la pubblica incolumità. La causa di gran parte di questo dissesto è da attribuirsi al rifacimento della pavimentazione stradale a seguito degli interventi citati in premessa, non eseguiti a regola d’arte e non sottoposti verosimilmente ad alcun controllo o collaudo".

"Eppure - continua l'interrogazione - con delibera immediatamente esecutiva (n. 234 del23/07/2014) è stato approvato il contratto di servizio fra il Comune di Palermo e la Rap, cui è demandato, fra l’altro, il Servizio di Tutela e Manutenzione della Rete Stradale. E che l’articolo 10 del predetto contratto prevede espressamente interventi della RAP per 'l’eliminazione di situazioni che costituiscono pericolo grave e immediato per la pubblica incolumità” ed interventi “ finalizzati all’eliminazione di stato di degrado riconducibili a lavori e/o interventi eseguiti da terzi…' stabilendo interventi in emergenza in attesa dell’intervento risolutivo da parte dei soggetti responsabili".

E per questo, attraverso l'istanza, si chiede di "di voler conoscere esattamente l’iter burocratico relativo ai controlli che vengono eseguiti dalle competenti istituzioni dopo le riparazioni della pavimentazione stradale a seguito degli interventi di terzi, mediante l’utilizzo di materiali idonei, nonché sul corretto ripristino a livello del manto stradale dei chiusini delle fognature, della pubblica illuminazione ed altri servizi. Comprendere l’iter amministrativo da seguire nei casi in cui, subito dopo la consegna dei lavori da parte di enti terzi, il manto stradale ( i tombini o altro) risulti particolarmente dissestato in modo particolare come possa individuarsi il responsabile dell’amministrazione comunale che collaudi le opere consegnate da enti terzi in ogni singolo procedimento. In caso si verifichino episodi di tale genere, come  possano evidenziarsi alle amministrazioni competenti tali fatti ed in capo a chi ricada, in questi casi, l’onere economico per la riparazione di tali strade tombini o altro".

I consiglieri CANTO, RIINA,  CASTRONOVO,  D’ALEO,  SPINA
I rappresentanti dei comitati Civici
Comitato Civico Settima Circoscrizione - Giovanni Moncada – Cetti Nobile – Sonia Parrilli
Comitato Civico Ottava Circoscrizione - Antonio Sciortino
Comitato Civico Quarta Circoscrizione – Anna Maria D’Amico – Michele Curcio
Comitato Civico Quartiere Pagliarelli – Dario Saia
Asociazione Culturale I Luoghi della Sorgente - Claudio Perna – Giuseppe Chianchiano
Oasi del Sorriso –Giulio Abbate
Genio di Palermo – Stefano Drago

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Le mulattiere di Palermo", comitati scrivono al sindaco sulle strade dissestate

PalermoToday è in caricamento