menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il punto dell'incidente - foto Riccardo Campolo

Il punto dell'incidente - foto Riccardo Campolo

Investito dal treno in zona Fiera, giovane muore dopo 9 giorni di agonia

Aveva 26 anni. Lo scorso 30 marzo il convoglio gli aveva tranciato di netto le gambe. Arrivato a Villa Sofia in condizione disperate, si è arreso dopo una difficile battaglia

Dopo nove giorni di agonia è morto il ragazzo di 26 anni che era stato investito da un treno nei pressi della stazione della metropolitana Fiera, in via Autonomia Siciliana. L'incidente era avvenuto lo scorso 30 marzo, quando il convoglio aveva tranciato di netto le gambe del giovane. Dopo diverse operazioni chirurgiche, ieri il cuore del ventiseienne ha smesso di battere. Sono ancora in corso indagini per stabilire con esattezza la dinamica dell'incidente, ma comunque l'ipotesi più accreditata resta quella del suicidio. 

Pare che il macchinista si fosse accorto della presenza del giovane, ma pur provando a frenare non era però riuscito a evitare l'impatto (in quel punto i treni vanno a una velocità di circa 30 chilometri all'ora). I soccorritori e i passeggeri si erano trovati davanti a una scena raccapricciante: il corpo del ragazzo era tagliato in due dalle cosce in giù. Poi la corsa al pronto soccorso di Villa Sofia. Il giovane è arrivato in ospedale in condizioni disperate e ieri si è arreso dopo una battaglia durata 9 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento