rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Ente sviluppo agricolo, la vertenza dei trattoristi non si sblocca: confermato lo stato di agitazione

I lavoratori da giorni protestano, davanti alla sede in via Libertà, per chiedere la stabilizzazione. Anche l'incontro di oggi si chiude con una fumata nera. I sindacati: "Proposta avanzata irricevibile"

Ancora fumata nera per la vertenza dei trattoristi dell’Esa, in presidio davanti alla sede dell’Ente in via Libertà da giorni per sollecitare le stabilizzazioni con il conseguente superamento dei contenziosi in atto. L'incontro di oggi non ha sciolto infatti i problemi sul tappeto e i lavoratori interessati non hanno firmato i  contratti individuali.

“La proposta che ci è stata avanzata oggi – scrivono in una nota Tonino Russo (Flai Cgil),  Adolfo Scotti (Fai Cisl) e Giiuseppe La Bua (Uila Uil)- è irricevibile. Mentre per gli impiegati si sono trovate le risposte, si pensa di penalizzare gli operai a tempo determinato, proponendo loro meno giornate  dell’anno scorso. Una penalizzazione inaccettabile”. 

I sindacati hanno dunque confermato lo stato di agitazione dei lavoratori. Mercoledì ci sarà un altro incontro in commissione attività produttive alla ricerca di una soluzione positiva per la vicenda”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ente sviluppo agricolo, la vertenza dei trattoristi non si sblocca: confermato lo stato di agitazione

PalermoToday è in caricamento