Cronaca Zen

Droga e in agenzia, Stanleybet decide risoluzione del contratto

La società precisa che al momento della stipula del contratto di ricevitoria il soggetto in questione era un soggetto incensurato

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Dall'articolo pubblicato in data 2 febbraio 2013 sul sito Palermotoday.it, dal titolo “Zen, droga e scommesse: spacciava alla "Stanleybet", arrestato”, è emerso l'arresto del titolare di un centro scommesse Stanleybet, F.O., con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Si precisa che al momento della stipula del contratto di ricevitoria il soggetto in questione era un soggetto incensurato e non aveva carichi pendenti così come risulta dai certificati penali acquisiti dal dipartimento legale. La società, infatti, avvia rapporti commerciali esclusivamente con soggetti e aziende prive di qualunque tipo di pendenze giudiziarie penali.

La compagnia Stanleybet ha provveduto all'immediata risoluzione del contratto nei confronti del titolare del centro che da tempo non era operativo per inadempienze contrattuali. La società si riserva il diritto di avviare contro il Sig. F.O. azioni giudiziarie a tutela dell'immagine e della professionalitàdella Compagnia. La notizia ha sconvolto la Compagnia che si è sempre contraddistinta per la seria e oculata politica aziendale che prevede rapporti e affiliazioni esclusivamente con soggetti incensurati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga e in agenzia, Stanleybet decide risoluzione del contratto

PalermoToday è in caricamento