Mondello, perseguita la sua ex datrice di lavoro: giardiniere arrestato per stalking

Le manette sono scattate ai polsi di un uomo di 43 anni, che si è presentato in casa della donna e l'ha minacciata con un bastone. Secondo la ricostruzione fatta dalla polizia "tra stalker e vittima nessun rapporto era mai intercorso al di fuori di quello lavorativo, per altro formalmente già interrotto da circa dieci anni"

foto archvio

Un pregiudicato di 43 anni è stato arrestato dalla polizia con l'accusa di stalking nei confronti di una donna, sua ex datrice di lavoro. L’arresto - avvenuto ieri mattina, ma reso noto solo oggi - è scattato dopo che l'uomo si è presentato in casa della donna nella zona di Partanna Mondello e l'ha minacciata con un bastone.

La vittima, terrorizzata, è scappata e ha trovato riparo all'interno di un negozio. L'uomo però non si è perso d'animo e l'ha inseguita nell'esercizio commerciale. Solo la mediazione del negoziante ha evitato il peggio e ha dato alla donna il tempo necessario per chiamare il 113.

Quando gli agenti sono arrivati sul posto, l’aggressore si era già allontanato ma è stato costretto a tornare sui suoi passi per riprendere l'auto. Ad attenderlo ha trovato i poliziotti, che nell’abitacolo della vettura hanno trovato il bastone e quattro lunghi coltelli da cucina. L’uomo è stato arrestato e si trova in carcere.

Secondo la ricostruzione fatta dalla polizia "tra stalker e vittima nessun rapporto era mai intercorso al di fuori di quello lavorativo, per altro formalmente già interrotto da circa dieci anni. L’uomo era solito infatti svolgere saltuari lavori di manutenzione del giardino della vittima. La donna, dopo avere abbandonato quella casa per parecchi anni, da due anni era tornata a viverci e quindi a frequentare il quartiere. L’ex giardiniere era tornato a incrociarla per le strade del rione e ciò aveva ridestato forse una infatuazione mai sopita e, soprattutto, mai corrisposta. E’ quindi scattata un’asfissiante pressione nei confronti della vittima, costretta a variare le sue abitudini per evitare indebite intromissioni. Gli appostamenti sotto casa erano diventati quasi un rituale e sono sfociati in veri e propri atti di violenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Incidente a Corleone, auto sbanda e finisce contro un albero: morto diciannovenne

Torna su
PalermoToday è in caricamento