Staccionata in spiaggia a Mondello, monta la polemica: "E i 5 metri previsti per legge?"

Iniziano i preparativi in vista della stagione balneare: a Valdesi alcuni lidi hanno già montato la recinzione che - secondo i membri del gruppo Facebook "Insieme per Mondello" - è troppo vicino al mare. La Capitaneria: "Abbiamo mandato una squadra a controllare ed è tutto regolare"

La staccionata contestata

I lidi dei circoli ricreativi dell'esercito e della guardia di finanza montano una staccionata per delimitare la spiaggia avuta in concessione a Mondello e sui social monta la polemica. La recinzione - che si trova nel tratto di costa di Valdesi - secondo diversi membri della pagina Facebook "Insieme per Mondello" sarebbe troppo vicina al mare. "Ma non si sono allargati un po’ troppo?", "Non c’è nessun controllo?", "Dov'è la Capitaneria di porto?", le domande che tanti bagnanti si stanno facendo.

La legge infatti stabilisce l'obbligo di lasciare libera la battigia (leggi ordinanza ndr), spazio di circa 5 metri a ridosso dell'acqua di cui i bagnanti devono poter usufruire gratuitamente. "Se viene una mareggiata si porta via tutto e con questo tempo che cambia velocemente non è improbabile", dice qualcun altro. I commenti sul gruppo si stanno moltiplicando e sono sempre più numerosi i bagnanti che si stanno mobilitando per farsi sentire. Dalla Capitaneria di porto fanno sapere che è stata inviata una squadra sul posto per verificare la situazione: "Abbiamo controllato tutti i lidi e non ci sono irregolarità: nessuna occupazione, rispettato il limite dei cinque metri di battigia liberi per il passaggio dei bagnanti".Ordinanza uso spiagge-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento