menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Barbera, 24 anni, deceduto dopo un malore in spiaggia

Marco Barbera, 24 anni, deceduto dopo un malore in spiaggia

⁠⁠⁠Capaci, 24enne muore durante festa in spiaggia: "40 minuti per l'ambulanza"

Il palermitano Marco Barbera è deceduto in uno dei lidi nel lungomare. Uno dei testimoni: "Potevano salvarlo, assurdo che non ci siano mezzi nei paraggi". Dal 118: "Dalla prima telefonata sono passati 16 minuti"

Una serata di festa si è conclusa nel peggiore dei modi, con un ragazzo di 24 anni morto in spiaggia e i presenti che denunciano oltre 40 minuti di ritardo nei soccorsi. E' accaduto iera sera a Capaci, dove ha perso la vita Marco Barbera. "Lui si trovava lì per una laurea - spiega a PalermoToday Maricetta Amato - mentre io stavo festeggiando il mio trentasettesimo compleanno. Appena ho capito cosa fosse successo mi sono avvicinata, ho provato ad aiutarlo e gli ho tenuto la mano, mentre a giro chiamavamo tutti 112 e 118. All'ennesima telefonata ho passato il cellulare a un carabiniere e gli ho chiesto di fare pressione affinchè mandassero qualcuno. Poi Marco ha lasciato la presa e non c'è stato più nulla da fare". Tempistica smentita dai responsabili della sala operativa che ha sede all'ospedale Civico.

E' accaduto intorno alle 23.30, quando nel lido c'erano decine e decine di persone a godersi una qualunque sera d'estate. Poi la tragedia. "Anche se non ci conoscevamo - continua Amato raccontando con un nodo in gola ciò a cui ha assistito - eravamo molto vicini e quindi si scherzava tutti insieme. Gli dicevo: 'Fatevi una foto con le vecchiette'. Dopo un po' si è allontanato, ho sentito che ha emesso uno strano rumore e si è accasciato". Sul posto, oltre ai carabinieri, che hanno ascoltato i presenti, è arrivata anche la madre del giovane, studente universitario e scout del gruppo "Palermo 11".

"Se la sono presa comoda - aggiunge Amato - perchè hanno capito che c'era qualcuno che se ne stava occupando. Ma eravamo io, il dj e un bagnino. Potevano salvarlo e invece hanno lasciato che morisse. Sono certa che le registrazioni delle telefonate potranno dimostrerare le responsabilità di qualcuno. Uno schifo!". Dalla centrale operativa del 118, però, parlano di tempi diversi: "Dalla prima telefonata sono passati 16 minuti, è tutto registrato. Serviva un'ambulanza medicalizzata, e sia quella di Isola delle Femmine che quella di Capaci erano occupate in altri servizi. Quindi è stata inviata sul posto quella di Carini".

A confermare che non siano trascorsi 16 minuti dalla prima telefonata anche il titolare dell'Essai sport lido, Danilo Lo Re: "Sono stato uno dei primi a intervenire e posso dire di aver provato a rianimarlo per più di venti minuti". Sul corpo del giovane è stata disposta già l'autopsia presso l'Istituto di medicina legale del Policlinico, che potrebbe fare luce sulle cause della morte e sulle conseguenze di un'eventuale ritardo nei soccorsi. Un ritardo che, però, al momento non viene confermato dal Comando provinciale dei carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento