Sperone, ai domiciliari spaccia crack dal balcone di casa: arrestato

In manette un ragazzo di 27 anni: è stato inchiodato dopo vari servizi di appostamento effettuati dai poliziotti del commissariato Brancaccio. Al giovane, per comunicare con i clienti, bastava affacciarsi e abbozzare un cenno

La polizia allo Sperone

Continua a spacciare crack e hashish nonostante fosse ai domiciliari e col braccialetto elettronico. La polizia ha arrestato Alessio Serio, 27enne palermitano del quartiere Sperone. L'arresto è scattato proprio nel cuore del quartiere, in passaggio Bernardino Verro.

"La misura cautelare non è servita a contenere la tendenza a delinquere del giovane pregiudicato, già conosciuto alle forze dell’ordine - commentano dalla questura -. Serio è stato inchiodato dopo vari servizi di appostamento ed osservazione, condotti dai poliziotti del commissariato Brancaccio. Gli agenti hanno documentato come nell'abitazione di Serio, che spesso era appostato sul balcone di casa, si recassero tanti giovani che, dopo aver ricevuto un cenno di assenso dal 27enne, entravano per poi uscirne dopo poco".

Dalla polizia proseguono: "Le modalità di approccio al domicilio dei numerosi frequentatori e la loro breve permanenza tra le mura domestiche hanno convinto gli investigatori che dentro quella casa si svolgesse una vendita “al minuto” ed al dettaglio di stupefacenti". I sospetti sono diventati realtà quando gli agenti hanno tentato di perquisire due clienti di Serio. "Sono stati loro stessi - dicono dalla questura - una volta fermati dai poliziotti, a consegnare spontaneamente la sostanza acquistata, dichiarando di essere degli assuntori e di essersi rivolti già in passato, a colpo sicuro a Serio quando avevano avuto bisogno di acquistare droga".

Il 27enne è stato così arrestato e il provvedimento è già stato convalidato dall’autorità giudiziaria che ha disposto per il giovane la custodia cautelare in carcere, al Pagliarelli.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento