rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Sperone / Via Pecori Giraldi Maresciallo

Sperone, fratelli ai domiciliari evadono per rapinare farmacia sotto casa: arrestati

Colpo in via Maresciallo Pecori Giraldi. Decisiva l'intuizione dei "Falchi" che hanno associato l'assalto all'allarme lanciato dai braccialetti elettronici dei due fratelli durante l'evasione

Entrambi ai domiciliari, ma traditi dall'irrefrenabile voglia di andare a rapinare la farmacia sotto casa. La polizia ha arrestato due fratelli allo Sperone. Si tratta di Roberto e Salvatore Zora, di 22 e 36 anni, protagonisti dell'assalto alla Farmacia Lo Nano, in via Maresciallo Pecori Giraldi. A eseguire l'arresto sono stati i Falchi, mentre a compiere materialmente la rapina, secondo quello che emerge dal racconto dei dipendenti, sarebbe stato il fratello più piccolo.

Roberto Zora è entrato in azione un coltellaccio, si è subito diretto verso la cassa per poi portare via 150 euro e diverse monete. Il più grande avrebbe fatto invece da "palo", aspettando all'esterno. "Il fatto che i due fossero ai domiciliari - spiegano dalla polizia - non hanno frenato la loro predisposizione criminale". A dare un impulso decisivo alle indagini è stata l’intuizione dei poliziotti che hanno associato la rapina all’allarme lanciato dai braccialetti elettronici dei due fratelli durante l'evasione". Così sono scattati i controlli in casa.

A inchiodare i fratelli anche le descrizioni dei testimoni della rapina, la visione delle immagini a circuito chiuso della farmacia e il ritrovamento nell'appartamento dei due fratelli dei vestiti indossati per mettere a segno il colpo. Indagini in corso per attribuire ai fratelli Zora anche altre recenti rapine compiute con lo stesso modus operandi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sperone, fratelli ai domiciliari evadono per rapinare farmacia sotto casa: arrestati

PalermoToday è in caricamento