menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sperone al buio dopo i furti nelle cabine elettriche, recuperati 30 chili di rame: 3 denunce

L'oro rosso era nel vano portabagagli di un'auto, bloccata dalla polizia dopo un inseguimento in viale Regione Siciliana nei pressi dello snodo di Ciaculli. Nel mezzo c'erano un uomo e due donne, che adesso sono accusati di ricettazione

Nei giorni scorsi circa 800 punti luce sono rimasti spenti per un doppio furto nelle cabine elettriche allo Sperone. La polizia è riuscita a ritrovare trenta chili di rame e ha denunciato tre persone per ricettazione.

Subito dopo i raid, la sezione “Investigativa” del commissariato Brancaccio ha avviato le indagini, concentrando l'attenzione in particolare su quelle attività che in passato avevano ricevuto del rame rubato, come officine e autodemolizioni. "Pur non risultando indagato alcun esercente - spiegano dalla Questura - i poliziotti hanno ottenuto preziosi elementi dalla loro indagine: i riscontri li hanno portati sulle tracce di un'auto intercettata in viale Regione Siciliana, nei pressi dello snodo di Ciaculli".

Al termine di un inseguimento, i poliziotti hanno fermato e perquisito il mezzo trovando una bobina di trenta chili di "oro rosso". L'uomo e le due donne che erano nell'auto non hanno saputo fornire spiegazioni e sono stati denunciati per ricettazione. Sono in corso ulteriori indagini per trovare il resto del rame.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento