menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La droga e l'attrezzatura ritrovata nell'abitazione dello Sperone

La droga e l'attrezzatura ritrovata nell'abitazione dello Sperone

Laboratorio del crack in una casa dello Sperone, cadono le accuse per un imputato

Cosimo Lo Iacono era stato arrestato assieme ad altri a settembre di due anni in un appartamento di Passaggio Bernardino Verro. Secondo la Procura - che aveva chiesto una condanna a 7 anni - si sarebbe occupato di produrre la droga, ma i giudici lo hanno assolto

Era stato arrestato con l'accusa di aver messo su - assieme ad altri - un laboratorio per la preparazione di crack, in un appartamento di Passaggio Bernardino Verro, allo Sperone, a settembre di due anni fa. Adesso, però, Cosimo Lo Iacono è stato del tutto scagionato dalla quarta sezione del tribunale, che ha accolto le tesi del suo difensore, l'avvocato Riccardo Bellotta. La Procura aveva chiesto una condanna a 7 anni.

Il 19 settembre del 2018, i carabinieri ritennero di aver scovato uno dei tanti laboratori per la produzione di droga allo Sperone: in un'abitazione, infatti, erano stati trovati 78 grammi di cocaina, un bilancino, una scatola di bicarbonato, un colino, due mestoli ed un fornelletto da campeggio. Nella casa, di proprietà di Roberto Serio, erano stati trovati anche Lo Iacono, assieme ad Antonino Nicosia, Emanuel Gandolfo Milazzo, Fabrizio Nuccio e un diciassettenne. Tutti erano stati arrestati.

Lo Iacono è l'unico degli imputati ad aver scelto il dibattimento, al termine del quale è stato assolto. Gli altri avevano invece optato per il rito abbreviato: dopo essere stati condannati in primo grado, la Corte d'Appello aveva scagionato anche loro, tranne Serio. L'unico allo stato ad essere stato ritenuto responsabile delle accuse mosse dalla Procura: i difensori degli altri, compreso quello di Lo Iacono, hanno sostenuto che non vi fosse alcuna prova che le persone trovate nell'abitazione di Serio avessero una qualche responsabilità in relazione alla produzione di crack.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento