rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca

Smercio di droga a Mazara, un palermitano tra gli indagati: "Era lui a rifornire la banda"

Nel blitz "Sugar" messo a segno dalla guardia di finanza contro due gruppi che avrebbero gestito lo spaccio nel Trapanese, spunta anche la figura di Michele Alfano, già condannato per il possesso di cocaina

C'è anche un palermitano tra gli indagati dell'operazione "Sugar", messa a segno dalla guardia di finanza contro due presunte bande di spacciatori operative a Mazara del Vallo. Si tratta di Michele Alfano, 52 anni, che adesso è stato sottoposto al divieto di dimora nelle province di Palermo, Agrigento e Trapani dal gip Lorenzo Jannelli. Secondo la Procura, sarebbe stato uno degli intermediari che avrebbe rifornito di cocaina i mazaresi.

In tutto sono 21 le misure cautelari eseguite stamattina: Alfano con altri 12 è stato sottoposto al divieto di dimora, mentre altre 8 persone hanno avuto l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaira. L'indagato, al quale adesso viene contestato il reato di associazione a delinquere finalizzata allo smercio di droga, era già stato bloccato dalla Finanza l'8 novembre del 2019, mentre percorreva l'autostrada Palermo-Mazara del Vallo, con in auto 108 grammi di cocaina. Un episodio che gli è già valso una condanna a 2 anni e 8 mesi.

Per l'accusa, i rapporti tra Alfano ed una delle bande mazaresi, quella guidata dagli Addolorato, non sarebbero stati affatto occasionali e il palermitano sarebbe stato un punto di riferimento per il rifornimento di droga, secondo l'accusa. Droga non sempre di ottima qualità, come emerge da un'intercettazione del 23 maggio 2019.

Salvatore Addolorato invitava infatti il palermitano a riprendersi il "materiale" fornito proprio perché di scarsa qualità, tanto che i consumatori non l'avrebbero voluto neppure in regalo: "Devi avvicinare - diceva - abbiamo un problemino con quella cosa là che è arrivata ieri... te la devo dare indietro... neanche la vogliono regalata e non c'è neanche da discutere il prezzo, capito? Non la voglio proprio, hai capito?". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smercio di droga a Mazara, un palermitano tra gli indagati: "Era lui a rifornire la banda"

PalermoToday è in caricamento