Marito e moglie gestivano spaccio di cocaina e marijuana: otto arresti

Maxi operazione messa a segno ad Altavilla Milicia dai carabinieri della compagnia di Bagheria. Le indagini condotte dal Nucleo operativo radiomobile sono state effettuate nel periodo compreso tra luglio e settembre 2018

Detenzione ai fini di spaccio e spaccio di sostanze stupefacenti. Con questa accusa all'alba di oggi i carabinieri della compagnia di Bagheria hanno arrestato otto persone ad Altavilla Milicia dando così esecuzione a un’ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal Gip del Tribunale di Termini Imerese, su richiesta della Procura della Repubblica.

Le indagini condotte dal Nucleo operativo radiomobile, nel periodo compreso tra il mese di luglio ed il mese di settembre 2018, hanno consentito di acquisire gravi indizi in merito a una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti messa in atto da una banda di Altavilla. "Tra gli arrestati - dicono dal comando dei carabinieri - c'è un 40enne (Dario Ribaudo), che rivestiva il ruolo di referente per lo spaccio nel territorio di Altavilla Milicia, avvalendosi della collaborazione della moglie, anche lei destinataria di misura cautelare. Il 40enne era solito acquistare, da grossisti palermitani, ingenti quantitativi di cocaina, hashish e marijuana, che poi rivendeva ai pusher che si occupavano dello spaccio al dettaglio nel territorio di Altavilla".

"Per eludere i controlli delle forze di polizia - hanno spiegato dal comando - durante il trasporto della droga, il quarantenne nascondeva la sostanza all’interno del vano motore della propria autovettura, per poi custodirla, una volta arrivato nella propria abitazione, all’interno della grondaia. Nel corso dell’indagine è emerso anche che i due coniugi erano soliti annotare in un libro mastro i nominativi degli acquirenti, con l’indicazione delle somme dovute da ognuno di loro per l’acquisto delle sostanze stupefacenti". Durante l’indagine sono stati documentati da parte dei carabinieri circa 50 episodi di spaccio di sostanze stupefacenti. Delle otto persone arrestate quattro sono finite in carcere e quattro ai domiciliari.

Il comandante Lori: "Nascondevano droga nelle grondaie o nel vano motore dell'auto"

I nomi degli arrestati

Destinatario Di Misura Cautelare In Carcere:
1.    Ribaudo Dario, 40 anni, nato a Palermo. Già detenuto nel carcere Burrafato di Termini Imerese;
2.    Ribaudo Davide, 25 anni, nato a Palermo. Già detenuto nel carcere Lorusso di Palermo;
3.    Lombardo Salvatore, 34 anni, nato a Palermo.
4.    Barone Salvatore, 34 anni, nato in Germania.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Destinatario di misura cautelare agli arresti domiciliari
1.    Abbinanti Ignazio, 25 anni, nato a Palermo,
2.    Stracuzzi Alessandro, 50 anni, nato a Palermo,
3.    Filippone Vincenzo, 20 anni, nato a Palermo
4.    Stagno Daniela, 42 anni, nata a Palermo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento