Dehors, Confartigianato sospende la class action contro il Comune

Lo ha dichiarato Nunzio Reina, presidente dell'associazione di categoria, dopo una ricognizione sulle pratiche negli uffici dell'Amministrazione: "Rilasciate 200 concessioni su 383 istanze presentate. Criticità sulle restanti"

Sospesa la class action di Confartigianato nei confronti del Comune. Lo ha comunicato Nunzio Reina, presidente dell’associazione di categoria, dopo l’incontro con il dirigente del servizio Occupazione suolo pubblico e pubblicità Marina Pennisi. "Venti giorni fa, viste le segnalazioni dei titolari di diversi locali ancora in attesa delle autorizzazioni, l'associazione - si legge in una nota - ha chiesto tramite l'avvocato Alessandro Palmigiano l'accesso agli atti per verificare la tempistica delle concessioni per l'utilizzo del suolo pubblico: dopo un primo accesso alla documentazione, oggi è stata esaminata l’attività dell’ufficio con 383 istanze presentate e circa 200 concessioni rilasciate".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Reina-2Più del 50% delle domande presentate ha ricevuto risposta, mentre sulle restanti il Comune avrebbe evidenziato le criticità di alcune posizioni. ”E’ stata dimostrata una grande disponibilità - dice Nunzio Reina (nella foto a destra)- nei confronti degli esercenti, a cui i funzionari hanno detto si andrà incontro per soddisfare le varie esigenze. Abbiamo dunque deciso di sospendere la class action e di proseguire con il dialogo con l'Amministrazione comunale, soluzione che la nostra associazione predilige e considera da sempre fondamentale. Sono contento del confronto col Comune - conclude - ritengo che in un momento di crisi così grave, gli imprenditori che operano nella legalità vadano tutelati e vadano agevolati per quanto possibile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

Torna su
PalermoToday è in caricamento